#Catania. Contrasto al caporalato in agricoltura, 120 mila euro di sanzioni

Vite_vigna_Uva_Campagna (2)Continua la lotta contro il caporalato in agricoltura a Catania. I carabinieri del Nucleo Ispettorato del Lavoro (NIL) e del Comando Provinciale di Catania, insieme agli ispettori del Lavoro. Nell’ultima settimana i militari, infatti, hanno controllato sei aziende agricole impegnate prevalentemente nella raccolta di uva. Sono stati scoperti ventuno lavoratori in nero: diciotto italiani, due romeni e un bulgaro. Contestate complessivamente 120 mila euro di sanzioni amministrativesospese tre attività imprenditoriali.
“Anche in questo caso – spiegano dal Comando Provinciale – sono stati impegnati i rispettivi Comandanti delle Stazioni territoriali che hanno dato fondamentali riscontri all’attività informativa condotta preventivamente dai militari del
NIL di Catania”.
In un’azienda a Mazzarrone sono sono stati sorpresi in attività di manutenzione di serre tutti e quindici i lavoratori presenti.  Mentre in un’altra, nelle campagne di Caltagirone, erano in nero i tre lavoratori, due romeni e un bulgaro, intenti a defogliare le viti. Ad Aci Catena, invece, in un’azienda dei tre lavoratori impegnati a concimare le piante uno era senza contratto.
Le tre aziende, non essendoci possibilità di compromissione di raccolti, sono state sottoposte a sospensione dell’attività imprenditoriale, con conseguenti multe di 1950 euro per ogni sospensione e maxi sanzione di 4 mila euro per singolo lavoratore scoperto in nero, oltre alle sanzioni per le giornate lavorative in nero dichiarate dai lavoratori. Altri due lavoratori in nero sono stati sorpresi isolatamente in altre due aziende.

Antonio Maimone

Laureato in giornalismo all'Università di Messina. Ha sempre avuto la passione per il calcio e per lo sport in generale. Ha collaborato con diverse redazioni sportive e per Sicilians vi porterà all'interno di tutte le realtà sportive locali e regionali, facendo ogni tanto qualche passaggio in cronaca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *