#Catania. Arrestato Enzo Pinocchio, deve scontare 7 anni per associazione mafiosa

polizia_notteInnocenzo Lavagna, più noto come Enzo Pinocchio, irreperibile dall’aprile del 2014, è stato arrestato.

La sua latitanza si è conclusa nella serata di ieri, quando gli agenti di Polizia lo hanno trovato nel rione Civita, esattamente nel retro di una bottega adibita a sala da parrucchiere. Ad arrestarlo gli agenti della Squadra Mobile, sotto il coordinamento del Servizio Centrale Operativo.

Lavagna, noto esponente storico del clan Sciuto – Tigna, annovera numerosi precedenti penali ed è destinatario di un ordine di carcerazione, emesso dalla Procura Generale di Catania. L’uomo deve scontare sette anni di reclusione per associazione a delinquere di stampo mafioso.

Nel 1995 era stato sottoposto a fermo  per associazione per delinquere di stampo mafioso e tentato aggravato, Secondo l’accusa  Lavagna, in concorso con altri malavitosi, stava pianificando l’

di familiari di un collaboratore di giustizia.

Il 2 novembre 2001, invece, era stato arrestato, nell’ambito dell’operazione Game Over, insieme a numerosi esponenti della cosca Sciuto – Tigna, ritenuti responsabili di associazione per delinquere di stampo mafioso, estorsioni e rapine. Per questi fatti  è stato condannato, il  20 novembre del 2003, dalla Corte di Appello di alla pena di cinque anni e quattro mesi di reclusione.

“Il 26 giugno del 2004, la Squadra Mobile, durante l’operazione Gold King, ha dato esecuzione all’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa il 24 giugno del 2004 dal GIP del Tribunale di Catania a carico di 43 esponenti della cosca Sciuto – Tigna, tra cui il Lavagna che all’epoca era già detenuto, perché ritenuti responsabili di associazione per delinquere di stampo mafioso, estorsioni, traffico di sostanze stupefacenti, usura, riciclaggio e altri reati” – aggiungono dalla Questura di Catania.

Dopo le formalità di rito, Lavagna è stato accompagnato presso la casa circondariale di Catania Bicocca.

Antonio Maimone

Laureato in giornalismo all'Università di Messina. Ha sempre avuto la passione per il calcio e per lo sport in generale. Ha collaborato con diverse redazioni sportive e per Sicilians vi porterà all'interno di tutte le realtà sportive locali e regionali, facendo ogni tanto qualche passaggio in cronaca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.