Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Cartella esattoriale prescritta

L'avv. Antonio Tesoro

Gent.mo Avv. Tesoro, ho ricevuto una cartella esattoriale per un importo di 750,00 euro, da quanto leggo mi pare di capire che si tratti di alcune multe del 2005 che io non ricordo mai di avere preso. Mi chiedevo in ogni caso, ma non sono prescritte? Devo pagarle per forza considerato anche che io non ricordo di avere mai ricevuto alcuna notifica prima della cartella esattoriale? Grazie Salvatore P.

Caro Salvatore, che le multe siano riferite all’anno 2005 non significa obbligatoriamente che la cartella di pagamento non debba essere pagata, in quanto possono essere stati notificati atti interruttivi della prescrizione che rendono a tutti gli effetti valida la cartella. Pertanto, il suo mancato pagamento la esporrebbe ad una procedura esecutiva per il recupero delle somme iscritte a ruolo.

Nel caso di specie, considerato pertanto che la prescrizione delle sanzioni amministrative è di 5 anni e considerato che la cartella è stata notificata

nel 2013 e fa riferimento a sanzioni amministrative del 2005, sembrerebbe con molta probabilità che le somme riportate in cartella siano prescritte.

Quanto ora detto anche sul presupposto che il verbale di contestazione sia stato contestato immediatamente o notificato regolarmente nel 2005 (ovvero entro 90 giorni dalla commessa infrazione), o in alternativa come Lei riferisce che non le sia mai stato notificato nulla.

Per far valere la prescrizione dovrà proporre entro 30 giorni dal ricevimento della cartella esattoriale, ricorso al Giudice di Pace del luogo dove è avvenuto il fatto, tenga però presente che qualora controparte costituendosi in giudizio dovesse provare l’avvenuta notifica del verbale, non solo dovrà pagare l’importo della cartella, ma dovrà pagare le ulteriori spese di giudizio.

Io Le consiglio preliminarmente di recarsi presso l’ufficio della Polizia municipale, al fine di estrarre copia della notifica e controllare se la stessa sia stata effettuata correttamente, questo per evitare di iniziare un giudizio che potrebbe costare più del pagamento della cartella esattoriale stessa.

Per contattare l’avv. Antonio Tesoro potete scrivere alla seguente e-mail: studiolegale@antoniotesoro.it o collegandosi al sito web www.antoniotesoro.it

Antonio Tesoro

Avvocato civilista, esperto di diritto delle nuove tecnologie del web, appassionato ed ex praticante di arti marziali, adora la musica e ogni tanto abbraccia una delle sue numerose chitarre. Su Sicilians cura la rubrica Leggi&cavilli, ma non gli dispiacciono le incursioni in altri settori. Raffinato gourmet, disdegna Masterchef Italia e sogna l'edizione statunitense.