Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Carabinieri, cambi al vertice. Nuovi capi per le stazioni di Milazzo e Pace del Mela

Cambio al vertice dell’Arma, oggi alle stazioni di Pace del Mela e Milazzo, dove hanno fatto la loro entrata i nuovi comandanti. Si tratta del Luogotenente Antonino Gringeri, 54 anni, in passato ha retto il comando stazione di Petrizzi, Furnari e Pace del Mela per il totale di 28 anni. Gringeri va a ricoprire il ruolo di comandante di stazione a Milazzo. Gringeri nel corso della sua carriera ha ricevuto la medaglia mauriziana al merito di dieci lustri di carriera militare concessa dal Presidente della Repubblica, la Medaglia d’oro al merito di lungo comando, la
Croce d’Oro per anzianità di servizio militare e la Medaglia di benemerenza a testimonianza dell’opera di impiego per eventi alluvionali. Ha ricevuto anche il nastrino con granata infiammata in oro perché titolare di 20anni di stazione carabinieri. A comandare la stazione di Pace del Mela è invece arrivato il Luogotenente Carmine Piccirillo, 49 anni. Piccirillo ha trascorso gli ultimi 5 anni al comando di stazione di San Piero Patti, mentre in precedenza è stato 8 anni all’Aliquota Operativa del N.O.R.M.

della Compagnia di Patti. Vanta una consolidata esperienza sul campo, maturata in diversi reparti e incarichi delicati. Nel suo percorso formativo ha frequentato la Scuola Marescialli di Velletri e Firenze, ha poi prestato servizio per 25 anni in reparti della Sicilia, cominciando nel 1994 come comandante di squadra al Battaglione Carabinieri Sicilia a Palermo, e dal 1997 fino al 2007 ha retto il Comando della Stazione Carabinieri di Santa Lucia del Mela, Fondachelli Fantina, Novara di Sicilia e Capizzi. Due nomine che corrispondono ad una precisa volontà di valorizzare militari che hanno dato dimostrazione di chiare qualità e conoscenza del territorio, selezionate dalla linea gerarchica di comando.                                                          La redazione di Sicilians porge ai due comandanti i migliori auguri per i nuovi incarichi. Di certo sapranno profondere nel loro lavoro a Milazzo e Pace del Mela la stessa energia e lo stesso entusiasmo che li hanno sempre contraddistinti nel loro essere carabinieri al servizio della gente.

Carmelo Amato

Barcellonese doc, il giornalismo è la sua ragione di vita. Indistruttibile, infaticabile, instancabile, riesce a essere sul posto “prima ancora che il fatto succeda”. Dalla cronaca nera allo sport nulla gli sfugge. È l’incubo degli amministratori di Palazzo Longano, che se lo sognano anche di notte e temono i suoi video e i suoi articoli nei quali denuncia disservizi e inefficienze e dà voce alle esigenze dei suoi concittadini. Sconfina spesso a Milazzo e dintorni.