#Caltanissetta. Sequestro di beni a un imprenditore in odore di mafia

DIAUn’altra sconfitta per la mafia. Eseguito dalla DIA decreto di sequestro di beni emesso dal Tribunale di Caltanissetta nei confronti dell’imprenditore Alberto Cammarata, 44 anni di Gela, ritenuto vicino alla famiglia di Cosa nostra gelese riconducibile al boss  Giuseppe Piddu Madonia.

Sequestrati imprese, quote societarie, beni mobili, immobili e rapporti bancari per un valore che si aggira sui 3 milioni 500 mila euro.

A gennaio scorso, su iniziativa della DIA, era stato sequestrato il patrimonio immobiliare del valore di 3 milioni di euro al fratello di Cammarata, Francesco, 54 anni.


Giuseppe Marino

Laureato in Giornalismo all'Università degli studi di Messina. Si occupa a tutto campo della sezione sportiva di Sicilians, con un occhio di riguardo verso il calcio nostrano. Vi racconterà di tutto e di più sull'ACR Messina e sul panorama sportivo regionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.