Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

#Caltanissetta. Esperti a confronto a Gela sullo scompenso cardiaco

ECG (piccola)Non si tratta di una malattia virale, ma i medici l’hanno definita una “vera e propria epidemia sanitaria”. E’ lo scompenso cardiaco. Secondo le statistiche del ministero della Sanità risulta “la prima causa di ricovero ospedaliero in Italia dopo il parto naturale e ha un enorme impatto sulla qualità della vita dei pazienti, con costi sociali elevatissimi”.

Di questa particolare patologia si parlerà domani e sabato, nel corso della due giorni CardioGhelas, che si svolgerà a Gela su iniziativa della società ZeroTre di Caltanissetta.

Cardiologi di varie regioni, medici di base e personale infermieristico si confronteranno sul tema Viaggio nel Mondo dello scompenso cardiaco: stato dell’arte e realtà locale, nella sala convegni dell’hotel Villa Peretti, a Gela alle 9.30.

Le relazioni introduttive saranno curate dai cardiologi del Centro trapianti ISMETT di Palermo e dell’ospedale Ferrarotto di Catania. “L’obiettivo – dice il cardiologo Carmelo Tonelli, presidente dell’associazione ZeroTre – è quello di avviare un attento monitoraggio, per poi chiedere a gran voce l’istituzione di una rete sanitaria per lo scompenso cardiaco da realizzare anche nell’ASP di Caltanissetta”.