Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

#Calcio. Tavares: “C’era tanta rabbia in quel gol. Io sto bene a Messina”

Foto Giuseppe Marino
Foto Giuseppe Marino

Interessante conferenza stampa di Diogo Tavares nel dopo partita di Messina – Martina Franca, terminata con un netto 3-0 per i peloritani. Il giocatore portoghese, tornato al gol dopo il lungo infortunio, analizza con cura la sua situazione, soprattutto dopo le forti voci di mercato che lo vogliono in uscita da Messina viste le sue precarie condizioni fisiche.

“Si, c’era tanta rabbia in quel gol – ammette Tavares. Era un momento difficile e delicato per me, lo volevo fare per dedicarlo intanto alla mia famiglia, e poi a tutti quelli che mi hanno sostenuto in questo momento, perchè si è parlato tanto e di tante cose, anche di mercato, però poi quando segni è giusto dedicare a tutti quelli che hanno creduto in me, in primis ai compagni e alle persone che lavorano in società, che mi hanno detto sempre belle parole. Purtroppo non sono sceso molto in campo, e alla fine è questo ciò che conta, non possiamo dirci bugie”.

Di Napoli ha suggerito a Tavares di andare in sala stampa per togliersi eventuali sassolini: “Non ho sassolini da togliere: sono uno che osserva tanto, sento sempre quello che dice il mister nello spogliatoio. Lui ci ha sempre detto che è il campo che parla, noi ci possiamo raccontare tutte le favolette che vogliamo, siamo calciatori. Grazie a Dio sono riuscito a sfruttare quei pochi momenti che ho avuto a disposizione, purtroppo con l’infortunio sono stato parecchio assente, spero di aver finito con queste infiammazioni, e poter dare il massimo sia in campo, che durante la settimana, per dare soddisfazioni per me, la mia famiglia e tutti coloro che mi hanno sostenuto”.

“Di mercato dovete parlarne col direttore: mi piace Messina, mi piace la gente e osservo tutto. Dopo un mese e mezzo meno positivo, con tre pareggi e tre sconfitte, con la curva che comunque canta “Saremo sempre con voi”, è giusto dare qualcosa in più, anche per la gente che mi ha sostenuto in questo momento difficile. Viene sempre prima l’uomo, poi il calciatore – conclude Tavares. La società dovrà fare delle scelte, io sto bene a Messina, spero che le scelte possano avvenire il più presto possibile, almeno faccio venire mia moglie e mio figlio, perchè stare lontano da loro per tre mesi non è facile”.

Giuseppe Marino

Laureato in Giornalismo all'Università degli studi di Messina. Si occupa a tutto campo della sezione sportiva di Sicilians, con un occhio di riguardo verso il calcio nostrano. Vi racconterà di tutto e di più sull'ACR Messina e sul panorama sportivo regionale.