Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

#Calcio. Il Messina pronto alla sfida con il Siracusa

siracusaL’estate rovente del Messina fuori dal campo è finita e alla vigilia dell’esordio casalingo contro il Siracusa il tecnico dei giallorossi si è presentato per la sua prima conferenza pre-gara. Sasà Marra ha già ben chiari quali sono gli obiettivi da realizzare nel brevissimo termine. “Questa squadra deve far innamorare la gente cercando di coinvolgere il più possibile i tifosi, come facevamo noi all’epoca”. La prima dell’ex tecnico dell’Aversa Normanna al ”Franco Scoglio” prevede subito una partita abbastanza complessa, oltre a rappresentare un derby. “Già dal match con il Siracusa dovremo cercare di far capire che questa squadra ha una propria identità, pur non avendo tanti minuti nelle gambe -dichiara. Affronteremo una squadra neopromossa e vorranno fare bella figura ma troveranno un Messina che vuole identificarsi con i tifosi”.

Poi, subito un focus sugli assenti. Non ci saranno due dei neo-acquisti, Marseglia e Maccarrone. “Le assenze in difesa? De Vito farà il centrale, non abbiamo altri -puntualizza Marra. L’emergenza mi preoccupa, inoltre Palumbo non ha svolto il ritiro e non so quanto potrà giocare a livello di minutaggio. La realtà è questa, scenderemo però in campo in undici e proveremo a vincere”.

La campagna acquisti è ancora aperta e ha portato in pochi giorni parecchi volti nuovi ma anche degli addii. “Sono stato chiaro nello spogliatoio, chi vuole andare via lo faccia subito -incalza l’allenatore. Dobbiamo trovare delle soluzioni sul mercato fino al 31, ma intanto sono concentrato sulla partita. Ci mancano quattro elementi, dobbiamo essere bravi a partire bene, poi vedremo l’obiettivo”. Non poteva mancare nemmeno la domanda sullo schieramento tattico e Marra è stato piuttosto chiaro su che modulo intende utilizzare, almeno all’inizio.

“Si partirà con l’assetto che hanno provato in estate, difficile cambiare, strada facendo vedremo se ci sarà la possibilità di fare un tipo di lavoro diverso, ad esempio col 3-5-2. Abbiamo buoni centrocampisti, bravi negli inserimenti e dalla giovane età, come Capua, elemento di categoria che ha militato in piazze importanti”. L’ultimo pensiero è sugli obiettivi del Messina.“Occorre iniziare il campionato senza illudere nessuno. Sputeremo sangue per cercare di ottenere il miglior risultato possibile, ma non possiamo dire che arriveremo tra il quarto e sesto posto. Dobbiamo raggiungere la salvezza prima possibile per poi toglierci delle soddisfazioni -conclude. In tante si sono rafforzate, sarà un girone molto difficile, anche più dell’anno scorso. Punteremo soprattutto sul gruppo e sull’unione”.

Antonio Maimone

Laureato in giornalismo all'Università di Messina. Ha sempre avuto la passione per il calcio e per lo sport in generale. Ha collaborato con diverse redazioni sportive e per Sicilians vi porterà all'interno di tutte le realtà sportive locali e regionali, facendo ogni tanto qualche passaggio in cronaca.