Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

#Calcio. Messina-Juve Stabia, Di Napoli: “Riscatteremo Catanzaro”

Arturo Di Napoli
Arturo Di Napoli

La sfida di domani contro la Juve Stabia è sicuramente un match che può rappresentare un passaggio fondamentale per la stagione dei peloritano. I giocatori di mister Di Napoli cercheranno un rapido riscatto sia nel risultato che nella prestazione dopo la brutta partita di Catanzaro. Ma, l’ impegno non sarà dei semplici e il tecnico lo ribadisce in conferenza stampa.

“Sono stati condizionati da tanti infortuni ma stanno recuperando. Sono in salute e possono contare su elementi importanti come Arcidiacono. Noi cercheremo di fare comunque la nostra partita per riscattare la prestazione non esaltante di Catanzaro, dove non abbiamo mostrato la consueta cattiveria: una caratteristica che non possiamo perdere. I ragazzi hanno fatto autocritica e sono consapevoli che dobbiamo ripartire. Dopo avere ammirato con orgoglio quasi 20.000 spettatori ci siamo ritrovati in un ambiente irreale e spettrale, anche se neanche questo può rappresentare un alibi”.

Il tecnico dei giallorossi non ha certamente gradito i pesanti commenti negativi piovuti sulla squadra e ricorda a tutti quale è il vero obiettivo stagionale. “Se si perde una partita non ci deve cascare il mondo addosso. Le critiche ci stanno, ma questa squadra merito rispetto. Non dobbiamo perdere di vista il nostro reale obiettivo né dimenticare da dove siamo partiti. Ci piace stare lassù e faremo di tutto per rimanerci. Se ciò non dovesse accadere non sarà comunque una sconfitta. Il nostro resta un campionato straordinario sotto tutti i punti di vista. Siamo secondi dopo che in estate ci chiedevamo se fosse possibile salvarsi partendo così in ritardo. Non dimentichiamolo mai”.

E continua. “Non parlo mai di singoli, salvo quando è giusto rimarcare alcune problematiche o una particolare prestazione. Se una partita non va come doveva la colpa è di tutto il gruppo. Non ci siamo mossi come dovevamo e la manovra non è stata fluida, ma è mancata soprattutto l’abnegazione. Perderemo magari altre partite ma dovremo andare sotto la doccia dopo avere dato tutto. Se offri una prestazione adeguata il risultato arriva sempre.

Infine pone l’obiettivo per le gare del 2015. “Ci attendono 4 partite fondamentali, al termine delle quali l’ambiente non dovrà avere smarrito l’entusiasmo. Sono certo che i tifosi saranno ancora una volta fieri del nostro rendimento. La sosta ci consentirà di recuperare gli infortunati e migliorare la nostra condizione fisica. Sto apprezzando l’impegno di tutti, soprattutto di chi meriterebbe una maglia da titolare ma non la ottiene perché si gioca pur sempre in undici.”

Tuttavia a causa delle assenze Di Napoli potrebbe cambiare il proprio modo di giocare: “Io ho un credo tattico ma non insisterò se non avrò i giocatori adatti a disposizione. Insisto sul 4-3-3 perché Leonetti ha determinate caratteristiche e quindi ho l’opportunità di dare ancora continuità al lavoro svolto fin dall’inizio. Se qualcosa dovesse continuare a non funzionare valuterò delle modifiche”.

Antonio Maimone

Laureato in giornalismo all'Università di Messina. Ha sempre avuto la passione per il calcio e per lo sport in generale. Ha collaborato con diverse redazioni sportive e per Sicilians vi porterà all'interno di tutte le realtà sportive locali e regionali, facendo ogni tanto qualche passaggio in cronaca.