Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

#Calcio. Le pagelle di Monopoli-Messina, Tavares già decisivo

Monopoli-Messina 20-9-2015Termina con un pareggio la prima uscita ufficiale del Messina. I ragazzi di Arturo Di Napoli hanno impattato per 1-1 allo scadere grazie alla rete dell’ultimo arrivo, Diogo Tavares, che di testa ha infilato il portiere Pisseri.

Prova di carattere per il Messina, con un centrocampo ben messo in campo come non si vedeva da tempo, grazie anche ad elementi di qualità. Non mancano però alcune lacune che hanno provocato episodi evitabilissimi, ma che con l’andare del tempo verranno risolti.

PAGELLE MESSINA

Berardi, 6 – Solita sicurezza per l’ex portiere della Lazio. Non rischia più di tanto se non in un’occasione nel primo tempo, quando Gambino lo impegna. Incolpevole sul gol, è l’unica conferma della disastrosa squadra dello scorso anno. Bentornato.

Frabotta, 6 – Buona la prima per il terzino ex Frosinone. Non ci sono particolari spunti da segnalare, ma il Messina può certamente contare su un ottimo elemento.

Martinelli, 5.5 – Ammonizione a parte, si vede che è un giocatore di altra categoria. Comanda la difesa e quando ha palla tra i piedi i suoi compagni ed i tifosi possono stare tranquilli. Sul gol subito però guarda troppo il pallone e poco Croce. Può assolutamente migliorare.

Palumbo, S.V. – Esce alla mezz’ora per infortunio, non è giudicabile.

Burzigotti, 4 – Entra al posto di Palumbo e riesce a farsi ammonire due volte per due falli simili, sempre su Croce. Non esordisce nel migliore dei modi, ma fortunatamente per lui la sua espulsione non influisce sul risultato finale. Peccato perché pone fine alla continua proiezione offensiva del Messina. Si riscatterà in

futuro.

De Vito, 6 – Anche lui stesso discorso di Frabotta. Ha queste settimane per dimostrare a Di Napoli di meritarsi quel posto sulla sinistra visto il ritorno imminente di Parisi, che potrebbe anche essere schierato centrale. In ogni caso, buon esordio senza sbavature.

Bramati e Fornito, 6 – Devono affinare l’intesa, ma nella seconda parte della ripresa prendono il controllo del centrocampo e recuperano palloni su palloni. Due ottimi elementi.

Giorgione, 6.5 – E’ sicuramente l’elemeno in più del centrocampo peloritano: corre, recupera palloni e rischia anche di segnare con un destro violentissimo. Buona la prima.

Barraco, 6 – Agisce tra le linee e provoca più di un grattacapo alla difesa pugliese. Una volta affinati tutti gli schemi di Di Napoli e l’intesa coi compagni, diventerà l’arma in più nel reparto offensivo.

Salvemini, 6 – Niente di particolare per il classe 96 di proprietà della Ternana, anche perché esce proprio nel momento di maggior spinta del Messina. Positivo comunque l’esordio.

Padulano, 6.5 – E’ suo l’assist decisivo per il gol di Diogo Tavares. Un calcio di punizione col contagiri per l’esterno campano. Ottimo esordio anche per lui.

Diogo Tavares, 7.5 – Entra a mezz’ora dalla fine e cambia volto al reparto offensivo peloritano. Tenta qualche sortita offensiva ma le pessime condizioni del terreno di gioco lo fermano sul più bello. Potentissima la zuccata per il pareggio del Messina. Mezzo voto in più per aver segnato a tempo scaduto. Meglio di così non poteva cominciare.

IL MIGLIORE DEL MONOPOLI

Croce, 7 – Provoca l’espulsione di Burzigotti e segna contro la sua ex squadra. Ha provato a creare un dispiacere ai suoi ex tifosi, molto considerati e ben ricordati dall’ex attaccante del Messina prima del match. Ottima partita la sua.

Giuseppe Marino

Laureato in Giornalismo all'Università degli studi di Messina. Si occupa a tutto campo della sezione sportiva di Sicilians, con un occhio di riguardo verso il calcio nostrano. Vi racconterà di tutto e di più sull'ACR Messina e sul panorama sportivo regionale.