Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

#Calcio. Le pagelle di Messina-Matera: Zanini, buona la prima

 

ACR MessinaGrande vittoria del Messina sul Matera, ottenuta al novantesimo grazie alla rete su calcio di rigore di Totò Cocuzza. I peloritani hanno sofferto il pressing e le offensive del Matera, rimasto in superiorità numerica per buona parte del match grazie all’espulsione ingenua di Gustavo. Da sottolineare le prove di Zanini e De Vito.

PAGELLE MESSINA

Berardi, 6.5 – Incolpevole sul gol, il portiere del Messina dimostra ancora una volta di dare tanta sicurezza al reparto. I suoi lanci con i piedi possono essere devastanti per le difese avversarie, lavorando su questo aspetto si potrebbero avere soluzioni offensive in più in futuro.

Frabotta, 6.5 – Torna titolare e lo fa nel migliore dei modi. Letizia da quella parte non è un cliente facile, ma lui riesce comunque a dire la sua. Ottimo rientro.

Palumbo, 6.5 – Elogiamo spesso Martinelli, ma questo ragazzo dimostra di essere sia un grande centrale che un ottimo esterno difensivo. Non gli manca nulla, anche lui leader di questa difesa. Il Messina ha una solidità difensiva invidiabile per qualunque squadra di Lega Pro (e forse non solo).

Burzigotti, 6.5 – Forse la migliore partita da quando veste la maglia del Messina. Dopo qualche difficoltà iniziale, sta trovando la quadratura giusta, dovuta soprattutto ad una condizione atletica crescente giornata dopo giornata.

De Vito, 7 – La migliore partita della stagione fino ad ora. Spinge, difende e serve l’assist decisivo per Diogo Tavares. Il Messina in difesa può contare su giocatori che, al momento, non sbagliano un colpo. Piacevole sorpresa.

Zanini, 7.5 – Il migliore in campo. Debutto strepitoso per il numero 7 peloritano: ha corso tutta la partita, ha sfiorato il gol, ha causato il rigore decisivo. Classe 1994, può solamente migliorare. E’ quel giocatore che mancava nell’organico del Messina. Bene così.

Giorgione, 6.5 – Solita partita di sostanza. Non ci stupisce più, corre e si sacrifica dal primo minuto al novantesimo, sudando e sporcando la maglia.

Baccolo, 5.5 – Come esordio da titolare poteva andare meglio. Si fa ammonire quasi subito e non si risparmia neanche dopo il giallo, rischiando di farsi cacciare fuori. Ok l’adrenalina, ma non bisogna eccedere e rischiare di lasciare i compagni in dieci. Ha ampissimi margini di miglioramento.

Barraco, 6 – Sfiora il gol nel primo tempo con un bel contropiede, ma non riesce a incidere come vorrebbe. Anche lui può dare molto di più, è una pedina importantissima nello scacchiere peloritano.

Diogo Tavares, 7 – Altro gol di testa per la punta portoghese. Acquisto migliore, al momento, non poteva essere fatto in attacco. Dopo il gol colpisce la sua determinazione e voglia di sacrificarsi per la squadra, tornando sempre in difesa.

Gustavo, 4 – Duole dovergli dare un tale voto, ma l’espulsione a fine primo tempo poteva costare tanto al Messina. Una volta ammonito non puoi fare certi interventi a centrocampo, è assolutamente controproducente e si è visto. Si riscatterà presto in futuro, ha dimostrato di essere importantissimo per la causa del Messina.

Cocuzza, 7.5 – Decisivo come non mai: entra dalla panchina per sostituire Diogo Tavares e riesce a creare l’azione del gol del 2-1 con un assist al bacio per Zanini. Freddissimo dal dischetto, manda in delirio il popolo giallorosso.

Fornito, 6 – Turno di riposo, fino a un certo punto, per il mediano peloritano, che comunque aiuta i compagni in una fase delicata del match, dando qualità e sostanza al centrocampo.

Barilaro, s.v.

IL MIGLIORE DEL MATERA

Iannini, 7 – Assieme a Letizia crea occasioni pericolose per la difesa peloritana, ma è il migliore in campo per aver segnato il gol del pareggio. Dà anima e cuore per la squadra e si vede. Con lui il Matera non può fare altro che migliorare.

Giuseppe Marino

Laureato in Giornalismo all'Università degli studi di Messina. Si occupa a tutto campo della sezione sportiva di Sicilians, con un occhio di riguardo verso il calcio nostrano. Vi racconterà di tutto e di più sull'ACR Messina e sul panorama sportivo regionale.