Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

#Calcio. Le pagelle di Messina-Lupa Castelli: Parisi e Martinelli al top

1 SquadraTerza vittoria consecutiva per il Messina, che sabato al San Filippo ha battuto la Lupa Castelli Romani per 1-0 grazie alla prima rete in giallorosso di Francesco Salvemini. Da sottolineare ancora una volta il grande lavoro della difesa, che dopo otto partite ha subito soltanto tre gol. Sugli scudi Parisi e Martinelli, perchè cambiano gli uomini ma la concretezza del reparto arretrato è sempre la stessa.

PAGELLE MESSINA

Berardi, 6.5 – Rischia qualcosina nell’arco della partita, compresa una rovesciata di Scardina nella ripresa, ma riesce sempre a neutralizzare gli attacchi avversari. In questo inizio di campionato risulta decisivo nelle pochissime pecche del reparto arretrato.

Palumbo, 6 – Spinge un po’ meno del solito, ma la fase difensiva la svolge alla grande. A destra o al centro della difesa poco cambia, lui risponde sempre presente.

Parisi e Martinelli, 7 – Bisogna giudicarli nell’insieme, essendo anche per la prima volta l’uno a fianco all’altro, e hanno giocato un’ottima partita. Forse bisogna ancora amalgamare qualcosa, ma sono i due leader indiscussi di questa squadra. Una sicurezza.

De Vito, 6.5 – Conferma le ottime impressioni di questo scorcio di stagione. Spinge, difende e mette al centro cross pericolosi. Un terzino sinistro con questa personalità non si vedeva a Messina da tanto tempo.

Zanini, 6.5 – Altra prestazione degna di nota per l’ultimo arrivato in casa Messina. Non smette mai di

correre e sacrificarsi. Elemento indispensabile, al momento, del centrocampo peloritano.

Baccolo e Bramati, 6 – Meglio rispetto al passato. Bramati torna dopo qualche panchina e non fa assolutamente rimpiangere gli assenti Fornito e Giorgione. Per Baccolo terza partita consecutiva, certamente in continua crescita.

Salvemini, 7 – Risolve il match facendosi trovare nel posto giusto al momento giusto. Solita partita di corsa e sacrificio con l’aggiunta del gol che porta i tre punti al Messina. Cresce bene il ragazzino.

Cocuzza, 6 – Quando svolge il ruolo di prima punta si vede che non è proprio a suo agio, ma ha la capacità di sacrificarsi e provare anche il tiro per segnare, fermato solo dal palo. E’ un tuttofare, e questo alla tifoseria piace. Esce malconcio dal campo applaudito da tutto lo stadio.

Barraco, 6.5 – Assist al bacio per Cocuzza in occasione del gol. Mezzo voto in meno perchè troppo “innamorato” del pallone in certe occasioni cruciali, ma cresce di partita in partita.

Gustavo, 6 – Entra al posto dell’acciaccato Cocuzza per dare freschezza al reparto offensivo. Nessun guizzo in particolare da segnalare, ma nelle azioni di contropiede è spesso cercato dai compagni.

Giorgione, 6 – Entra in campo quando c’è da difendere il risultato e compie il suo solito lavoro. Corre, si sacrifica ed è sempre al posto giusto.

IL MIGLIORE DELLA LUPA CASTELLI ROMANI

Volpe, 6.5 – Il capitano laziale è l’ultimo ad arrendersi. Pericoloso in un paio di occasioni, non riesce a trovare il guizzo giusto per togliere la sua squadra dai bassifondi della classifica.

Giuseppe Marino

Laureato in Giornalismo all'Università degli studi di Messina. Si occupa a tutto campo della sezione sportiva di Sicilians, con un occhio di riguardo verso il calcio nostrano. Vi racconterà di tutto e di più sull'ACR Messina e sul panorama sportivo regionale.