Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

#Calcio. Le pagelle di Messina-Ischia: il catenaccio risolutore

Foto Antonio Maimone
Foto Antonio Maimone

E’ terminata 0-0 la partita tra Messina e Ischia, valevole per il recupero della seconda giornata del girone C di Lega Pro.

Dopo 75 minuti pressoché soporiferi, il Messina ha provato ad arginare il catenaccio campano nel finale di gara, ma Iuliano e il famoso autobus piazzato davanti alla porta ha permesso all’Ischia di strappare un ottimo punto in riva allo Stretto.

PAGELLE MESSINA

Berardi, s.v. – Non ha rischiato nulla per tutta la partita. Impossibile giudicarlo.

Palumbo, 6.5 – Agisce bene sulla fascia destra, e soprattutto nel primo tempo tenta di creare qualcosa, vanamente. Duttile e capace a giocare in più ruoli nel reparto difensivo. Insostituibile.

Martinelli, 5 – Altra buona partita per il centrale peloritano, sarebbe da 6.5, ma l’espulsione diretta rimediata a fine partita non può essere giustificata. E’ troppo importante per la causa messinese, che dovrà fare a meno del suo difensore migliore al momento.

Burzigotti, 6 – Riscatta l’amara prestazione di Pagani con una partita tutto sommato tranquilla. Chiamato in causa poche volte vista l’inefficienza offensiva dell’Ischia, non rischia nulla.

De Vito, 6.5 – La migliore partita da quando veste la maglia del Messina. Nella ripresa soprattutto dà il meglio di sé in entrambe le fasi. Forse la pressione di Parisi, ormai rientrante, comincia a farsi sentire, e questo sprona il ragazzo a fare meglio.

Bramati, 5.5 – Non incide nell’arco del match. E’ da un po’ che lo aspettiamo, probabilmente ancora deve capire come muoversi bene in campo.

Fornito, 6 – Al contrario di Bramati riesce a gestire il

centrocampo peloritano con ordine. Sembra si stia amalgamando partita dopo partita col resto della squadra.

Giorgione, 6 – Solita partita di quantità per il mediano del Messina, autentico leader del centrocampo peloritano. Prova spesso il tiro dalla distanza, ma la mira non è mai giusta. Ancora una volta mezzo voto in meno per l’ammonizione, che sembra essere un suo particolare marchio di fabbrica.

Barraco, 6 – Prende il posto di Padulano e riesce a rendersi pericoloso nel finale, ma Iuliano lo neutralizza. E’ un ottimo elemento, e non può fare altro che migliorare.

Cocuzza, 6 – Non certamente la sua migliore partita, ma il primo tempo lo vede ancora sacrificato, questa volta però il ritmo partita sembra essere a suo sfavore. Solita partita generosa, ma contro una squadra che ha un atteggiamento catenacciaro come l’Ischia lui come prima punta può fare ben poco.

Gustavo, 6 – Anche lui un po’ più spento rispetto alle scorse partite, ma è comunque un elemento di assoluta importanza per il Messina. Batte quasi tutti i calci piazzati con estrema precisione. Imprescindibile.

Diogo Tavares, 5.5 – Diciamo che il suo ingresso in campo ad inizio ripresa ha fatto ben sperare un po’ tutti vista la sua media gol, ma anche lui paga il ritmo blando del match. Nel forcing finale non riesce ad incidere come vorrebbe.

Salvemini, 6 – Rientrato dopo l’infortunio ed ancora “mascherato”, fa un buon match sulla fascia destra, creando alcuni pericoli alla difesa campana con la sua velocità e voglia di fare. Ottimo rientro.

IL MIGLIORE DELL’ISCHIA

Iuliano, 6.5 – Non ha rischiato tantissimo nell’arco della partita, ma compie due interventi importanti: prima su Gustavo ad inizio partita, poi nel finale con il tiro ravvicinato di Barraco. Fischiatissimo dal pubblico peloritano, risponde con un’ottima prestazione.

Giuseppe Marino

Laureato in Giornalismo all'Università degli studi di Messina. Si occupa a tutto campo della sezione sportiva di Sicilians, con un occhio di riguardo verso il calcio nostrano. Vi racconterà di tutto e di più sull'ACR Messina e sul panorama sportivo regionale.