Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

#Calcio. Le pagelle di Messina-Akragas: Fornito pennella, peccato per Parisi

1 Fornito golTermina con un pareggio la sfida tra Messina e Akragas. La squadra di Arturo Di Napoli, per stessa ammissione del mister, è arrivata probabilmente al limite dopo la scarsa preparazione pre campionato, con giocatori acquistati di fretta e furia. Comprensibile dunque che la lucidità venga meno in determinate occasioni. Fornito è stato sicuramente il migliore in campo, peccato per Parisi, autore di un retropassaggio maldestro che ha causato il gol del vantaggio agrigentino, ma autore per il resto di un’ottima partita.

PAGELLE MESSINA

Berardi, 6 – Incolpevole sul gol, non rischia nulla per il resto del match se non per una traversa colpita da Marino a distanza ravvicinata. Qualche licenza con il piede di troppo rischia comunque di provocare diversi infarti tra il pubblico.

Martinelli, 6 – Sulla destra fa il suo onesto lavoro. Nella ripresa rischia qualcosa in fase di copertura e Madonia ha tanto spazio per poter creare qualche sortita offensiva. Spinge anche e lo fa discretamente, ma i compagni non sembrano propensi nel servirlo.

Parisi, 5.5 – Nel complesso fa un’ottima partita, sempre in anticipo sugli attaccanti e cambi di gioco di altra categoria, ma pesa come un macigno sulla sua valutazione l’errore nel gol dell’Akragas. Reagisce grazie alla sua esperienza e compie per il resto una partita pressoché perfetta, ma nel complesso, ci duole ammetterlo, non può essere sufficiente.

Burzigotti, 6 – Solita buona partita. Ad inizio match anche lui subisce un po’ il contraccolpo psicologico dopo l’errore di Parisi, infatti il reparto per qualche minuto è andato in confusione, ma poi tutto è rientrato.

De Vito, 6.5 – Ottima partita, specialmente nella ripresa: cerca sempre il pallone e mette in difficoltà la difesa avversaria. Si arrabbia molto con Barraco perchè a detta sua non viene servito quando richiesto. Dimostra grande voglia di fare.

Fornito, 7 – Gol capolavoro e altra buona partita in mediana. E’ stato un continuo crescendo, si è ampiamente meritato il posto da titolare, e i suoi compagni faranno fatica a smuoverlo da lì.

Zanini, 5 – Gioca fuori ruolo e riceve pochissimi palloni. Dopo un grande inizio contro il Matera è andato via via calando. Peccato, perchè ha enormi potenzialità, ma per diversi fattori non riesce a esprimersi come vorrebbe.

Biondo, 5.5 – Buon primo tempo, fatto di tanta corsa, poi nella ripresa cala vertiginosamente fino alla sostituzione. Peccato perchè ha dimostrato tanta volontà, ma serve ben altro in certe situazioni.

Padulano, 5 – Impalpabile: non riesce a creare difficoltà nella difesa avversaria. Lontanissimo parente del giocatore pre-infortunio di Pagani. Speriamo possa riprendersi al più presto, perchè ha già dimostrato di avere dei colpi assolutamente efficaci.

Cocuzza, 5 – Anche per lui momento non esaltante: la forma fisica è forse a metà, in più subisce un infortunio che potrebbe tenerlo fuori per un po’ di tempo. Auguri di pronta guarigione, sperando che nel frattempo possa rimettere benzina in corpo.

Leonetti, 5.5 – Non è certamente la prima punta che al momento fa la differenza. Si impegna assolutamente e lotta su tutti i palloni, ma non sempre è efficace. Anche lui ha bisogno di tempo per entrare in condizione.

Barraco, 5 – Entra al posto di Biondo ed ha una buona mezz’ora per poter dare la spinta decisiva all’attacco. Solo un tiro alto e qualche buon passaggio per De Vito, nulla più.

Gustavo, 6 – Entra a ridosso dell’intervallo per esigenza e dopo tanto tempo per via dell’infortunio. Fa la sua onesta partita, si vede il palese ritardo di condizione, ma la classe riesce a sopperire certe mancanze. Ovviamente si spera che con l’anno nuovo possa tornare in forma senza subire infortuni, perchè potrebbe divertirsi e far divertire il pubblico.

Tavares, S.V. – Bello rivederlo in campo, ma gioca troppo poco per poter essere giudicato.

IL MIGLIORE DELL’AKRAGAS

Madonia, 6.5 – Entra nella ripresa e crea qualche problema a Martinelli ed alla difesa in generale. Purtroppo per lui i compagni non riescono ad approfittarne, ma è sicuramente un elemento da tenere d’occhio.

Giuseppe Marino

Laureato in Giornalismo all'Università degli studi di Messina. Si occupa a tutto campo della sezione sportiva di Sicilians, con un occhio di riguardo verso il calcio nostrano. Vi racconterà di tutto e di più sull'ACR Messina e sul panorama sportivo regionale.