Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

#Calcio. Il Messina pronto ad affrontare il match con l’Ischia

Arturo Di Napoli
                                 Arturo Di Napoli

Conto alla rovescia per Messina-Ischia. Il tecnico dei giallorossi Arturo Di Napoli è visibilmente soddisfatto da quanto hanno dimostrato i suoi ragazzi fino a ora, ma allo stesso tempo predica attenzione e disciplina per i match a venire, a partire da quello di domani al San Filippo.

“Acquisiamo sicurezza, sono soddisfatto e orgoglioso -dichiara. Però, domani è la partita che più mi preoccupa. Paradossalmente, se c’è euforia un allenatore dovrebbe essere contento, ma se domani non scendiamo in campo con cattiveria e con il giusto atteggiamento passeremo un brutto pomeriggio. Dobbiamo difendere ciò che stiamo ottenendo o mi arrabbio”.

Di Napoli esprime ancora parole al miele per i suoi ragazzi: “ Non so dove arriverà questa squadra, sappiamo solo che non molleremo mai. Magari arriverà la giornata storta, ma lavoreremo sempre per fare bene e i consensi ci inorgogliscono. Non credevo che il gruppo ai assemblasse in così poco tempo. Sui risultati credo sempre perché sono in ottimista e i ragazzi mi hanno davvero agevolato il lavoro. Mi hanno messo nelle condizioni di lavorare bene e questo mi riempie di orgoglio, ma anche di responsabilità”.

Dopo però si è concentrato sugli avversari di domani. “L’Ischia verrà con qualche assenza, ma hanno preso Orlando che qui ha fatto anche abbastanza bene -spiega. Noi teniamo la nostra mentalità senza dar conto agli avversari. Abbiamo preparato bene la partita e domani i ragazzi faranno una prova gagliarda, perché hanno fame e voglia di ottenere i tre punti.  Sono convinto che i miei ragazzi non sbaglieranno e su questo posso dormire sonni tranquilli”.

Poi, si è sbilanciato sulla possibile formazione in campo domani, visti i rientri del portiere Berardi e l’assenza di Padulano dopo la tremenda botta di sabato scorso contro la Paganese.

Berardi gioca perché ci sono delle gerarchie -ha affermato Di Napoli- ma Addario ha fatto bene e mi complimento con lui. Padulano stava crescendo e la sua assenza è una brutta botta, ma ci sono Barraco, Gustavo e Salvemini, quindi, ho delle valide alternative. Per lui è stata una bella legnata, ma ora deve pensare a recuperare serenamente. Certamente dispiace perché stava bene”.

Focus a parte per le condizioni fisiche dei vari atleti. “Frabotta sta bene e viene con noi. Zanini è stato tesserato solo domenica, Baccolo si è allenato poco e anche Tavares non è in grande condizione, sta crescendo e si sta inserendo bene. Baccolo non è ancora pronto per giocare dal primo minuto, ma so che ci darà una grossa mano e quando starà bene mi metterà in grosso imbarazzo. Domani ci sarà qualche cambio, ma non molti perché ormai abbiamo trovato i nostri equilibri. La concorrenza è sana e abbiamo creato un bell’ambiente -ha spiegato ancora il tecnico. Sono loro che fanno la formazione in base a come stanno e a come si allenano. Quando staranno tutti bene sarà bello scegliere.

Nella parte finale della conferenza parla del rientro dopo la squalifica di Parisi. “È fondamentale nel gruppo, perché si allena al massimo e ha rispetto del mister -puntualizza Di Napoli. Lui non vuole che se ne parli finché non firma, ma non vedo l’ora che entri nel nostro contesto. È già pronto, da mercoledì avrà l’adrenalina del calciatore. Credo possa giocare tranquillamente in serie B, i miei ragazzi non devono offendersi, ma per lui parla la storia”.

Infine, Di Napoli, ricorda i tanti amici che ha ritrovato e quelli che invece non ci sono più. “A Messina ho ritrovato tanti amici, ma me ne mancano molti altri, come Eugenio Labonia che sta lottando la sua partita più difficile. Mi mancano Fazzio e Currò, che fanno parte della storia e sono particolarmente legato a loro. Così come il dottore Ricciardi, che mi ha salvato la vita. Questa stanza mi dà i brividi”. Calcio d’inizio domani alle 15 al San Filippo.

Antonio Maimone

Laureato in giornalismo all'Università di Messina. Ha sempre avuto la passione per il calcio e per lo sport in generale. Ha collaborato con diverse redazioni sportive e per Sicilians vi porterà all'interno di tutte le realtà sportive locali e regionali, facendo ogni tanto qualche passaggio in cronaca.