Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

#Calcio. Barraco porta il Messina in testa alla classifica: F. Andria battuta 1-0

Fidelis Andria-ACR Messina 17-10-2015Prestigiosa vittoria del Messina in trasferta. La squadra di Di Napoli batte la capolista Fidelis Andria grazie alla rete di Barraco su calcio di rigore, che porta il Messina provvisoriamente in testa al girone C di Lega Pro.

Arturo Di Napoli opta per un solo cambio rispetto alla partita vittoriosa contro il Matera di sei giorni fa.

In porta ovviamente confermato Berardi, in difesa Frabotta e De Vito sulle fasce, mentre al centro prende ancora posto la coppia formata da Palumbo e Burzigotti, visto che Martinelli sconta l’ultima giornata di squalifica dopo l’espulsione rimediata nel finale di partita contro l’Ischia.

A centrocampo troviamo dunque Giorgione, Zanini e Baccolo, mentre in attacco la novità è Cocuzza, titolare al posto dello squalificato Gustavo per affiancare Barraco e Diogo Tavares. Per la prima volta insieme dal primo minuto dunque l’attaccante palermitano e l’ex bomber del Frosinone. Parisi partirà dalla panchina col suo numero 19. Nella Fidelis Andria, prima in classifica, occhio al duo offensivo Morra e Gandolfo, oltre all’ex di turno Stendardo, in riva allo Stretto nella stagione di Serie B 2007/2008 e l’anno scorso avversario del Messina con la maglia del Barletta.

La prima occasione è del Messina: al 6’ Burzigotti ci prova con un calcio di punizione dalla distanza, devia in angolo il portiere pugliese Poluzzi.

Al 14’ si vedono i padroni di casa: Onescu dalla distanza prova la conclusione, palla alta di poco dopo una deviazione della difesa del Messina.

Al 21’ si rivede il Messina: Cocuzza lancia in area Barraco, il 10 del Messina calcia di prima intenzione col destro, Poluzzi para in due tempi. Al 23’ Fidelis Andria pericolosa: Cortellini crossa dalla sinistra su calcio di punizione, Stendardo prova la deviazione, la palla si impenna ma Berardi è bravo a non farsi sorprendere.

Al 34’cambia il match: Diogo Tavares viene atterrato in area di rigore da Stendardo, per l’arbitro è rigore ed espulsione per il difensore della Fidelis Andria. Sul dischetto si presenta Barraco che spiazza Poluzzi per l’1-0 del Messina.

Al 42’ ci prova la Fidelis Andria: Grandolfo in rovesciata dentro l’area prova a segnare, para Berardi centralmente. Termina qui il primo tempo. Il Messina vince per 1-0 grazie alla rete di Barraco su calcio di rigore. Fidelis Andria in dieci per l’espulsione dell’ex Stendardo proprio in occasione del penalty.

Nella ripresa al 47’ Berardi esce male su un calcio di punizione della Fidelis Andria, Buzigotti rimedia in calcio d’angolo.Al 54’ ancora Fidelis Andria: Cortellini ci prova su calcio di punizione, il tiro è angolato ma Berardi è bravo a respingere lateralmente.

Al 62’ primo cambio per il Messina: fuori Cocuzza, dentro Salvemini, ex di turno. Al 69’ ancora Cortellini per la Fidelis Andria, questa volta però in rovesciata, palla alta di poco.

Al 75’ momento importante: Alessandro Parisi torna a giocare e lo fa con la maglia del Messina. Il terzino palermitano entra al posto di un fischiatissimo Barraco, accusato dal pubblico pugliese di perdere tempo.

All’80’ grandissima parata di Berardi, che neutralizza un calcio di punizione calciato benissimo da Strambelli. Il portiere del Messina successivamente respinge due volte altrettanti cross pugliesi. All’84’ ultimo cambio per il Messina: fuori Tavares, dentro Fornito.

Al 90′ ancora Berardi decisivo: Capellini tenta di chiudere una triangolazione in area con Strambelli, ma il portiere del Messina è bravo a neutralizzare.

Dopo quattro minuti di recupero l’arbitro manda tutti sotto la doccia. Il Messina vince e vola in testa alla classifica, anche se per qualche ora e in attesa di Casertana e Benevento. Decide Barraco su rigore. Prossima settimana arriverà la Lupa Castelli Romani.

Giuseppe Marino

Laureato in Giornalismo all'Università degli studi di Messina. Si occupa a tutto campo della sezione sportiva di Sicilians, con un occhio di riguardo verso il calcio nostrano. Vi racconterà di tutto e di più sull'ACR Messina e sul panorama sportivo regionale.