Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Cacciotto chiede attenzione per Camaro San Luigi

Alessandro Cacciotto, consigliere UDC III Quartiere

E’ uno dei villaggi simbolo del degrado e dell’abbandono in cui sono state lasciate le periferie. A Camaro San Luigi, a pochi minuti dalla vetrine di viale San Martino, si vive in un ambiente ai limiti della civiltà.

A richiamare l’attenzione del sindaco di Messina Renato Accorinti, dell’assessore all’Ambiente Daniele Ialacqua e dell’assessore alle Manutenzioni Sergio De Cola è il consigliere UDC del III Quartiere Alessandro Cacciotto.

“Esiste in città un popoloso quartiere chiamato Camaro San Luigi -scrive Cacciotto- che nonostante si trovi a pochissimi chilometri dal centro città versa in condizioni ambientali di totale degrado e abbandono. Basta infatti girare a piedi per le viuzze del Rione per assistere ad uno scenario al limite della civile tolleranza.

Le stradine sono assolutamente dissestate, con profonde crepe e buche che nel tempo hanno causato cadute da parte di molti residenti e centauri. Ricolmare qualche buca non può più davvero bastare vista la situazione: è necessario un deciso intervento di scarifica e bitumazione delle strade, non c’è più spazio per l’intervento tampone in una zona che, sotto il profilo della manutenzione stradale, vive una realtà di assoluta incuria e abbandono.

Quanto ai marciapiedi, si presentano quasi totalmente distrutti dal momento che da incalcolabile tempo non hanno mai beneficiato di interventi di manutenzione e di ripristino”.

Nella nota inviata ad Accorinti, Ialacqua e De Cola, Cacciotto sottolinea anche il fatto che la zona è “letteralmente invasa letteralmente da erbacce, che in alcuni tratti sfiorano il metro di altezza, mentre lo spazzamento è insufficiente. Sarebbe necessario installare delle panchine per dare la possibilità ai residenti di godere del tempo libero e si potrebbe anche pensare a qualche gioco all’aperto per i tantissimi bambini del posto.

Il popoloso quartiere di Camaro San Luigi, cosi come tanti altri villaggi cittadini vive nell’indifferenza più assoluta, a fari spenti, nell’abbandono e in un degrado tangibile che al solo sguardo si percepisce inequivocabilmente. Sarebbe qualcosa di veramente bello ed importante se la nuova Amministrazione Comunale desse ai residenti un segnale concreto di vicinanza attraverso decisi interventi di riqualificazione che ridarebbero fiducia e restituirebbero senso di civiltà”.

Al sindaco di Messina ed ai due assessori, Cacciotto chiede di effettuare con urgenza interventi di scerbatura a Camaro San Luigi, di installare panchine e giochi all’aperto, di predisporre interventi  urgenti di scarifica e bitumazione delle vie del quartiere e di sistemare i marciapiedi esistenti.