Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Brindisi e rapporti con le ex suocere

Cara Contessa Lara, la settimana scorsa sono stata invitata da un’amica ad una festa molto “in”. Bella gente, conversazioni colte e voci basse. Al momento del brindisi, si festeggiavano i 50 anni della padrona di casa, il tappo dello spumante è stato fatto saltare rumorosamente e subito dopo è scattata la corsa a far tintinnare i bicchieri. Eppure mi è stato insegnato a non farlo mai. Ho ragione? Marianna C.

Gentile Marianna, certo che ha ragione. Non mi stancherò mai abbastanza di ripeterlo: al momento del brindisi i bicchieri non devono mai toccarsi. Ci si limita a sollevarli leggermente e ad inclinarli verso gli altri. Senza farli tintinnare uno contro l’altro o, peggio, dicendo “cin cin”, “salute” o “prosit”. Un sorriso ed un semplice “auguri” rivolto al festeggiato è più che sufficiente. Quanto all’abitudine di far saltare i tappi rumorosamente, mi limito a sottolineare che se lo facesse un sommelier professionista lo si rimanderebbe a scuola…

Gentile Contessa Lara, mi sono separata da meno di un mese e

la mia ex suocera mi ha già chiesto indietro alcuni dei regali che mi ha fatto in tempi non sospetti. Trattandosi di cose di famiglia, ovviamente li avrei restituiti io stessa più in là, dopo aver sistemato cose più importanti. L’istinto è di restituirle tutto, come mi devo regolare? Nina L.

Gentile Nina, purtroppo non tutti coloro ai quali abbiamo voluto bene sono dotati di sensibilità, educazione e delicatezza. E’ evidente che la sua ex suocera avrebbe dovuto comportarsi con maggior tatto ed avere meno fretta di recuperare quanto a suo tempo le ha donato, ma restituirle tutti i regali aumenterebbe la tensione. Le suggerisco di farle avere prima possibile quanto le ha chiesto e successivamente, potrà farle avere il resto accompagnandolo con un biglietto. In alternativa, potrebbe donare tutto a un’associazione di beneficenza ed alleviare i disagi di chi non ha nulla. Una mia amica ha fatto così (ha donato tutto ciò che le era stato regalato dalla ex suocera a delle persone bisognose) e non se ne è mai pentita.

Avete dubbi di galateo e non sapete come comportarvi? Scrivete alla Contessa Lara indirizzando le e-mail a: redazione.messina@sicilians.it

Contessa Lara

Contessa Lara è il nom de plume di una gentildonna messinese che non ama mettersi in mostra. Fedele agli insegnamenti della sua gioventù (le signore compaiono sui giornali solo tre volte: quando nascono, quando si sposano e quando muoiono) ha deciso di collaborare con noi, ma con discrezione. Ovviamente abbiamo accettato con gioia, sicuri che la sua competenza sarà un prezioso aiuto per chi già conosce le buone maniere e per chi invece ha ancora molta strada da percorrere sulle impervie vie del saper vivere.