#Barcellona. Voci di donna, un evento per imparare a resistere agli eventi traumatici

Voci di donna 1La resilienza e la capacità di reggere l’urto degli eventi traumatici. Di questo e di molto altro ancora si è parlato durante Voci di donne, svoltosi nei giorni scorsi all’auditorium Oasi di Barcellona.

L’iniziativa è stata organizzata dall’associazione APS Aria Nuova, che promuove iniziative culturali e ambientali per la riqualificazione del nostro territorio, in collaborazione dell’Istituto Comprensivo Nicolò Copernico.

Un’intera giornata per trattare una tematica coinvolgente, quella della resilienza, termine con il quale si intende la capacità di far fronte in maniera positiva a eventi traumatici, di riorganizzare positivamente la propria vita dinanzi alle difficoltà, di ricostruirsi restando sensibili alle opportunità positive che la vita offre, senza alienare la propria identità.

Voci di donna 2Un excursus iniziato alle 9, quando alcuni studenti hanno incontrato le responsabili dell’associazione durante

un laboratorio creativo, tra dibattiti e confrontandosi su molteplici temi di attualità come l’emancipazione femminile.

Poi, nel pomeriggio, è stato inaugurato uno sportello di consulenza psicologica legale, curato delle psicologhe Nancy Priscoglio e Raffaella Catania e dell’avvocato Piera Basile, che hanno fornito informazioni riguardanti le problematiche delle donne.

Voci di donna 3L’evento si è concluso con la proiezione di un video sulla figura di Luisa Spagnoli realizzato dalle studentesse del e con un approfondimento sul concetto di resilienza. Nel corso dell’intervento le due psicologhe hanno dichiarato: “L’uomo è resiliente nel momento in cui affronta il problema non aggirandolo ma trovando la forza di superarlo”.

Ospite della serata Alessia Trovato, che ha portato la propria testimonianza in quanto esempio di resilienza. Infine, alcune attrici della compagnia teatrale Tanti Amici, diretta da Giuseppe Pollicina, hanno interpretato brani di otto autrici che hanno segnato la storia della letteratura italiana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.