Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

#Barcellona. Rubinetti a secco, protestano cittadini

55-rubinetto-acqua-cropped-67Interi quartieri senza acqua, monta la protesta dei cittadini. Gravi criticità per l’approvvigionamento idrico della popolazione si stanno riscontrando da tempo a Barcellona Pozzo di Gotto. I disservizi per la mancanza di acqua riguardano diversi quartieri e si protraggono, nonostante le ripetute lamentele da parte dei cittadini, stanchi di non poter utilizzare quello che è un bene primario, indispensabile e immancabile. Invece l’acqua continua a mancare e in determinate parti della città anche per molti giorni consecutivi o in quantità insufficienti. Dalle lamentele giunte in redazione, i residenti delle zone con carenze idriche raccontano di acqua che scorre dai rubinetti con una portata dimezzata, tanto da non poterne raccogliere a sufficienza per il prossimo turno di erogazione. Alcuni cittadini, ormai stanchi, stanno intervenendo autonomamente per sopperire al problema, ove è possibile e nel limite delle disponibilità. “Abbiamo fatto

diverse segnalazione al Comune per chiedere aiuto -dichiara un lettore- ma nessuno si sta interessando per risolvere il problema. Senza acqua non si può andare avanti, in particolare con il caldo di questi ultimi giorni. Aspettiamo delle risposte concrete, che tardano ad arrivare, quindi credo proprio che l’unica cosa da fare resti quella di rivolgerci alla Procura della Repubblica per denunciare questo grave disservizio”.

Aggiornamento 14.55

Dopo l’articolo pubblicato dal nostro giornale, ecco il comunicato del Comune: “In riferimento alla scarsa erogazione dell’acqua per uso abitativo nelle zone del Petraro, di Oreto e limitrofe, l’amministrazione di Barcellona informa come ciò si sia verificato a causa di un guasto ad uno dei pozzi di approvvigionamento più grandi della città. Poiché si prevedono due giorni di disagio, si è già allertato l’autoparco comunale e la Protezione Civile per potere far fronte alle richieste dei cittadini che dovessero arrivare presso il comando della Polizia Municipale”.

Carmelo Amato

Barcellonese doc, il giornalismo è la sua ragione di vita. Indistruttibile, infaticabile, instancabile, riesce a essere sul posto “prima ancora che il fatto succeda”. Dalla cronaca nera allo sport nulla gli sfugge. È l’incubo degli amministratori di Palazzo Longano, che se lo sognano anche di notte e temono i suoi video e i suoi articoli nei quali denuncia disservizi e inefficienze e dà voce alle esigenze dei suoi concittadini. Sconfina spesso a Milazzo e dintorni.