Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Barcellona PG – Vicolo De Pretis avvolto nel degrado più totale. Residenti esasperati

“Abbiamo ascoltato i buoni propositi della nuova amministrazione in campagna elettorale sul taglio delle erbacce e sulla manutenzione del verde cittadino – dichiarano alcuni residenti-. Nel Vicolo De Pretis (zona Cairoli), assistiamo ad uno stato di abbandono totale. Abbiamo segnalato più volte il problema, ma non è mai venuto nessuno”. Gli stessi residenti lanciano un appello accorato affinché si provveda nel minor tempo possibile alla sistemazione dell’area, ormai preda di animali di ogni tipo ed erbacce che hanno raggiunto altezze spropositate. “Da tempo ci siamo mossi, usando

anche noi dei mezzi di fortuna per sistemare la zona, ma adesso siamo veramente esasperati, con il risultato è che la faccenda peggiora a vista d’occhio. E non possiamo fare a meno di segnalarlo. Siamo veramente stanchi delle continue promesse non mantenute”. A questo si aggiungono la pulizia mancata delle cunette laterali e dei canali di scolo, che favoriscono l’allagamento della strada quando piove. Insomma, uno scenario da incubo, con i residenti che stanno valutando adesso di rivolgersi alla Procura della Repubblica se chi di competenza non si attiverà entro breve tempo nel risolvere l’annosa questione.

Barcellona PG – Vicolo De Pretis avvolto nel degrado più totale. Residenti esasperati
Barcellona PG – Vicolo De Pretis avvolto nel degrado più totale. Residenti esasperati
Barcellona PG – Vicolo De Pretis avvolto nel degrado più totale. Residenti esasperati
Barcellona PG – Vicolo De Pretis avvolto nel degrado più totale. Residenti esasperati
Barcellona PG – Vicolo De Pretis avvolto nel degrado più totale. Residenti esasperati

Carmelo Amato

Barcellonese doc, il giornalismo è la sua ragione di vita. Indistruttibile, infaticabile, instancabile, riesce a essere sul posto “prima ancora che il fatto succeda”. Dalla cronaca nera allo sport nulla gli sfugge. È l’incubo degli amministratori di Palazzo Longano, che se lo sognano anche di notte e temono i suoi video e i suoi articoli nei quali denuncia disservizi e inefficienze e dà voce alle esigenze dei suoi concittadini. Sconfina spesso a Milazzo e dintorni.