Barcellona PG, una nuova fase della dialettica politica: lettera aperta dell’assessore Molino

Roberto Molino
Roberto Molino

Le elezioni europee hanno tracciato una linea di demarcazione molto evidente, segnando l'inizio di una nuova fase della dialettica politica -dichiara l'assessore Roberto Molino. “Con queste elezioni, le forze politiche di opposizione hanno avviato la corsa per la conquista di Palazzo Longano alle prossime elezioni amministrative, previste tra due anni. Questa dinamica ha innalzato la conflittualità in aula a livelli inusitati, anche su questioni che, per la loro natura, non avrebbero meritato tali scontri.

Da una parte, l'amministrazione comunale ha portato in aula alcuni provvedimenti di variazione di bilancio che rappresentano il frutto incontestabile dell'impegno delle forze politiche che la sostengono. Questi provvedimenti includono un investimento complessivo di 300.000 euro per eventi, progetti per la legalità e altre iniziative, una vittoria significativa per la Città. Tali fondi derivano dal lavoro costante degli amministratori locali e del supporto della deputazione di riferimento, mirati non solo a sfruttare le limitate risorse , ma a reperire risorse aggiuntive per vari settori, incluso quello cruciale della tutela idrogeologica del territorio.

Dall'altra parte, alcuni consiglieri comunali si oppongono a questi provvedimenti, utilizzando ogni argomento possibile, anche i più futili, per impedire l'approvazione di misure che consentirebbero al Comune di utilizzare finanziamenti straordinari. Questo atteggiamento di ostruzionismo non fa che rallentare i progressi necessari per la comunità.

Il mio primo impegno istituzionale risale agli anni ‘90, quando settimanalmente viaggiavo per Messina e Palermo per adempiere al mandato affidatomi dagli elettori: occuparmi della mia città. Ogni conquista per i miei concittadini era una vittoria, resa ancora più significativa dal fatto che la mia componente non era rappresentata in amministrazione. Questo impegno è ancora oggi il mio credo : lavorare sempre e comunque per la comunità cui appartengo.

Questo messaggio è rivolto a tutti i consiglieri comunali eletti nel centrodestra nel 2020, espressione di forze politiche che partecipano al Governo regionale. È loro dovere presentare risultati tangibili per Barcellona Pozzo di Gotto, utilizzando gli strumenti a loro disposizione. Opporsi è legittimo, ma ci si aspettano azioni concrete orientate al miglioramento della qualità della vita dei nostri concittadini, non solo conflittualità vuote e distruttive.

Alle forze di opposizione suggerisco di riprendere un rapporto di civile confronto. La Città ha bisogno delle idee di tutti, e compito dell'amministrazione è ascoltare, ascoltare e ascoltare ancora, senza abdicare al mandato ricevuto dagli elettori. Solo attraverso un dialogo costruttivo e collaborativo potremo raggiungere obiettivi comuni e migliorare il benessere della nostra comunità”.

Carmelo Amato

Il giornalismo è la sua ragione di vita. Indistruttibile, infaticabile, instancabile, riesce a essere sul posto “prima ancora che il fatto succeda”. Dalla cronaca nera allo sport nulla gli sfugge. È l’incubo degli amministratori comunali, che se lo sognano anche di notte e temono i suoi video e i suoi articoli nei quali denuncia disservizi e inefficienze e dà voce alle esigenze dei suoi concittadini.