Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Barcellona PG, Razza: “Strumentali polemiche sindaci sul Cutroni Zodda, la verità è altra”

MESSINA. All’ospedale Cutroni Zodda di Barcellona Pozzo di Gotto sarà gradualmente ripristinata la funzionalità di tutti i presìdi. A puntualizzarlo l’assessore regionale della Sanità Ruggero Razza, rompendo così quella che lui definisce una “polemica strumentale da parte di chi fa finta di non sapere”. “Nel piano che sto per presentare alla VI Commissione ARS – dichiara Razza – è specificato con chiarezza che l’ospedalizzazione dei casi positivi parte dal riempimento delle aree COVID-19 nelle aziende ospedaliere cittadine. Il che vuol dire che all’ospedale di Barcellona PG, come già avvenuto a Partinico, sarà gradualmente ripristinata la funzionalità di tutti gli altri presìdi”. Poi si rivolge ai sindaci che hanno polemizzato: “Quella in atto appare solo come una inutile strumentalizzazione – continua l’assessore. Peraltro, mi rifiuto di credere che questi primi cittadini non conoscano il decreto del ministro della Salute, che impone una adeguata dotazione di posti letto, anche a garanzia delle attività produttive e del turismo. Quanti oggi protestano a prescindere dal merito delle decisioni dicano con chiarezza, allora, se vogliono che l’ospedale di Barcellona PG sia escluso dai finanziamenti nazionali destinati a chi mantiene un’area COVID o se vogliono mettere a rischio la tenuta del sistema economico di quel territorio. Per quanto mi riguarda, sono indisponibile sia all’una che all’altra penalizzazione. E a differenza di chi ha supinamente sostenuto il Governo Crocetta, posso permettermi di parlare a voce alta, avendo firmato una programmazione che ha salvato l’ospedale barcellonese dal rischio concreto di chiusura”. Sulla vicenda interviene il sottosegretario del Movimento 5 Stelle Alessio Villarosa, che esprime cauta soddisfazione per il ritorno alla normalità del presidio ospedaliero del Messinese. “Ritengo molto interessanti e importanti le parole di Razza e spero che a breve si possano tramutare in atti concreti per Barcellona PG – ha dichiarato Villarosa. Questa mattina, durante una riunione con il Comitato a difesa dell’Ospedale di Barcellona PG rappresentato da Enzo Correnti, ho condiviso la preoccupazione dovuta all’attuale situazione del nosocomio, attualmente dedicato solo all’emergenza COVID-19. Durante l’incontro mi è stata presentata una possibile idea di intervento che provvederò a inviare ai miei colleghi delle commissioni competenti, regionali e nazionali, che prevede la creazione di due percorsi all’interno del presidio, con il mantenimento di una zona rossa come percorso COVID e una graduale rifunzionalizzazione dei reparti già esistenti pre-COVID nella zona verde. Nonostante le scelte nella Sanità non siano di diretta competenza delle istituzioni nazionali, ritengo che però queste possano svolgere un’importante ruolo sia sottoponendo all’attenzione degli organi regionali ogni possibile problematica sia, soprattutto, sensibilizzandone l’operato”.