Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Barcellona PG, movida ed emergenza coronavirus: controlli a tappeto dei Carabinieri

MESSINA. Nella notte tra sabato e domenica scorsi, i militari della Compagnia Carabinieri di Barcellona Pozzo di Gotto hanno svolto servizi di prevenzione e controllo nel comprensorio barcellonese e nelle zone interessate dalla movida, anche per verificare il rispetto delle regole sul distanziamento interpersonale previste dalle norme per l’emergenza coronavirus. Nel corso del servizio, che ha visto impegnate le pattuglie della Sezione Radiomobile, i militari dell’Arma hanno proceduto nei confronti di un 50enne deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Barcellona Pozzo di Gotto per guida in stato di ebrezza, poiché guidava con un tasso alcolemico superiore al limite consentito, con il contestuale ritiro della patente di guida, un 30enne deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Barcellona Pozzo di Gotto per utilizzo di atto falso, per aver esibito una patente francese difforme dai modelli legalmente emessi e un 19enne deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Barcellona Pozzo di Gotto per disturbo del riposo delle persone perché con la propria auto, dotata di un impianto stereo modificato, poi sottoposto a sequestro, diffondeva musica ad alto volume. Nel corso del servizio sono stati segnalati alla Prefettura di Messina due trentenni per uso personale di sostanze stupefacenti. Otto attività commerciali sono state oggetto di controllo per verificare l’applicazione delle norme volte a contenere la diffusione del virus covid-19. Inoltre, sono stati controllati 65 automezzi e poco più di 90 persone, contestando 7 infrazioni al Codice della Strada che prevedono sanzioni amministrative, tra cui 2 per la guida senza casco, 4 per guida senza cintura di sicurezza e una per guida con patente scaduta.