Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Barcellona PG – Ispezione dell’assessore Viviana Dottore alla mensa scolastica

Istituita a Barcellona Pozzo di Gotto  la commissione mensa, resa operativa, effettiva e quindi efficace dall’assessore Viviana Dottore.

In concomitanza all’attivazione del servizio mensa, sono state intraprese dagli uffici della pubblica istruzione le opportune interlocuzioni con i dirigenti scolastici degli istituti comprensivi cittadini al fine di stabilire i membri effettivi e sostituti dei rappresentanti dei genitori degli alunni che usufruiscono del servizio.
“Oggi, unitamente al consigliere  Carmelo Pino( membro che di diritto fa parte della commissione mensa in quanto presidente della commissione consiliare affari generali), al funzionario della P.I. Avv Sergio Munnia e ai componenti effettivi rappresentanti dei genitori- previa esibizione dell’esito negativo del tampone rapido effettuato entro le 48h precedenti- abbiamo eseguito la prima ispezione congiunta – dichiara l’assessore Dottore – come il regolamento comunale prevede ed impone. Abbiamo proceduto a monitorare

l’attività del servizio mensa.
Il sopralluogo di oggi ha avuto come fine quello di verificare i luoghi in cui la ditta incaricata cucina e sigilla il pasto prima di distribuirlo e somministrarlo nelle nostre scuole. Tutto veramente bello, pulito e con prodotti di buona qualità”. La qualità dei prodotti è stata accertata attraverso una scheda di valutazione dalla quale è emerso una eccellente qualità dei pasti e una idonea modalità di confezionamento.” Può accadere però – sottolinea l’assessore – che la “bontà” del pasto distribuito all’alunno possa essere inficiata dal fatto che si tratta di una portata sigillata e quindi può “perdere” la propria appetibilità. Siamo tutti consci del fatto che si tratta di un protocollo che occorre osservare ed applicare per evitare la manipolazione e contaminazione del cibo presso i singoli plessi scolastici, data soprattutto l’emergenza sanitaria in atto”.

Carmelo Amato

Barcellonese doc, il giornalismo è la sua ragione di vita. Indistruttibile, infaticabile, instancabile, riesce a essere sul posto “prima ancora che il fatto succeda”. Dalla cronaca nera allo sport nulla gli sfugge. È l’incubo degli amministratori di Palazzo Longano, che se lo sognano anche di notte e temono i suoi video e i suoi articoli nei quali denuncia disservizi e inefficienze e dà voce alle esigenze dei suoi concittadini. Sconfina spesso a Milazzo e dintorni.