Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Barcellona PG, i Carabinieri arrestano due giovani per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti

Negli ultimi tempi si sta diffondendo nel Messinese lo “spice”, il nuovo pericoloso mix di erbe e sostanze sintetiche dello sballo giovanile. Ieri i carabinieri della Compagnia Carabinieri di Barcellona Pozzo di Gotto guidati dal capitano Lorenzo Galizia ne hanno sequestrato oltre 100 grammi, arrestando due uomini in flagranza per detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio. I due sono stati beccati durante controlli antidroga effettuati ieri dai militari della sezione radiomobile, con l’ausilio dei due amici a quattro zampe, King e Riley, unità cinofile a servizio dell’Arma dei Carabinieri. I due fermi sono avvenuti in due diverse circostanze. A finire in manette S.k.G, 30enne ed N.E. 40 anni, entrambi di Milazzo. Il primo è stato fermato ad un posto di crontrollo, tra Barcellona Pozzo di Gotto e Milazzo. È stato l’atteggiamento nervoso dei due cani antidroga a spingere il militari della sezione radiomobile di Barcellona ad approfondire il controllo nell’abitazione del giovane,

nonostante la perquisizione personale avesse dato esito negativo. E non si era sbagliato il fiuto dei due, visto che nell’abitazione del 30enne sono stati scoperti 50 grammi di “spice”, droga sintetica simile alla cannabis e oltre 3.000 euro in contanti ritenuti probabili proventi di spaccio. In avanti, durante un altro controllo, è stato fermato il quarantenne N.E. Anche in questo caso è stato il fiuto di Rylei e King a segnalare la presenza di droga ai militari dell’Arma. L’uomo è stato sottoposto a perquisizione personale e trovato in possesso di 50 grammi di “spice”, nascosta in un marsupio. Nella successiva perquisizione effettuata al domicilio del 40enne sono stati trovati altri 10 grammi della stessa droga sintetica e un bilancino di precisione. Entrambi gli arrestati, dopo le formalità di rito, sono stati trasferiti al carcere di Ragusa.