Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Barcellona PG Cerca di passare della droga al compagno detenuto, scoperta dalla polizia penitenziaria

Si era recata al carcere Madia di Barcellona Pozzo di Gotto per un colloquio col compagno detenuto ma alla fine dell’incontro ha cercato di lasciargli sostanze stupefacenti. Solo la professionalità e la prontezza degli agenti di polizia giudiziaria ha evitato l’introduzione al carcere della sostanza stupefacente. A rendere noto  il fatto il delegato nazionale Osapp – Salvatore Chillemi –  che definisce “ l’ennesimo tentativo di introduzione di sostanze stupefacenti tramite il canale dei colloqui familiari. Seppur in gravissima sofferenza la polizia penitenziaria di Barcellona Pozzo di Gotto riesce ad impedire l’introduzione di

sostanze stupefacenti”.

Immediato e professionale è stato l’intervento dei pochi poliziotti penitenziari presenti che hanno provveduto al sequestro ed a redigire tutti gli di polizia giudiziaria da inoltrare alla competente Procura della Repubblica.

“Encomiabile – conclude nella nota  Chillemi – è stato pertanto l’intervento posto in essere anche se non può sottacersi la grave carenza di organico. Carenza tanto grave che ha determinato nel provveditore regionale la necessità di indire un interpello regionale per incrementare i poliziotti il cui numero, anche tu dopo le recenti assegnazioni del Dap, risultano essere non sufficienti”.

Carmelo Amato

Il giornalismo è la sua ragione di vita. Indistruttibile, infaticabile, instancabile, riesce a essere sul posto “prima ancora che il fatto succeda”. Dalla cronaca nera allo sport nulla gli sfugge. È l’incubo degli amministratori comunali, che se lo sognano anche di notte e temono i suoi video e i suoi articoli nei quali denuncia disservizi e inefficienze e dà voce alle esigenze dei suoi concittadini.