Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Barcellona PG, approvato il bilancio consolidato: i precari intravedono la stabilizzazione

MESSINA. Il consiglio comunale di Barcellona Pozzo di Gotto ha approvato ieri sera il bilancio consolidato di Palazzo Longano. Sono stati in totale 22 i voti favorevoli, con gli astenuti i consiglieri Raffaella Campo e David Bongiovanni. Sei gli assenti. Dopo le roventi polemiche scaturite per la prima bocciatura del provvedimento per l’importante iter di stabilizzazione dei precari comunali (presenti in gran numero alla seduta del Civico consesso), diversi consiglieri hanno dato le loro spiegazioni per

quanto successo e si sono scusati con i diretti interessati. Il bilancio approvato adesso sarà inviato a Roma alla Commissione Ministeriale per la stabilità finanziaria, per diventare un fattore propedeutico al parere utile sulla stabilizzazione in virtù del fatto che il Comune barcellonese si trova in fase di riequilibrio finanziario. Presenti alla seduta del consiglio anche i lavoratori della Dusty che lamentano il mancato pagamento dello stipendio. Alcuni hanno avuto un confronto con la dirigente Elisabetta Bartolone e nelle prossime non è da escludere che il servizio di raccolta (rimanendo i lavoratori ancora senza stipendio) che il servizio possa subire una brusca interruzione.

Barcellona PG, approvato il bilancio consolidato: i precari intravedono la stabilizzazione
Barcellona PG, approvato il bilancio consolidato: i precari intravedono la stabilizzazione
Barcellona PG, approvato il bilancio consolidato: i precari intravedono la stabilizzazione

Carmelo Amato

Barcellonese doc, il giornalismo è la sua ragione di vita. Indistruttibile, infaticabile, instancabile, riesce a essere sul posto “prima ancora che il fatto succeda”. Dalla cronaca nera allo sport nulla gli sfugge. È l’incubo degli amministratori di Palazzo Longano, che se lo sognano anche di notte e temono i suoi video e i suoi articoli nei quali denuncia disservizi e inefficienze e dà voce alle esigenze dei suoi concittadini. Sconfina spesso a Milazzo e dintorni.