Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

#Barcellona. Le perplessità di Svegliamo Barcellona sulla realizzazione del Ponte di Calderà

image
Il progetto realizzato dal pool di esperti

Attraverso un documento congiunto, l’Avv.to Giuseppe Sottile, l’Ing. Francesco Lo Presti e l’Arch. Antonio Liga, del Movimento Svegliamo Barcellona, “salutano con entusiasmo la notizia del reperimento dei fondi da parte dell’Amministrazione Comunale per la ricostruzione del ponte di Calderà“.

A loro volta però “esprimono perplessità sulla realizzazione del progetto cantierabile entro un mese – così come affermato dal sindaco Roberto Materia nei giorni scorsi – che appaiono un po’ troppo ottimistiche, conoscendo i tempi della burocrazia provinciale.

Inoltre gli stessi firmatari del documento giudicano “incomprensibile il motivo per cui l’Amministrazione comunale non abbia preso in considerazione di utilizzare il progetto già esecutivo ed immediatamente cantierabile che nell’aprile

del 2012 un pool di esperti mise a disposizione della città, a costo zero, consegnandolo all’ex sindaco Candeloro Nania. Il progetto – rimarcano ancora i tre – fu recepito dagli organi provinciali per essere trasmesso al Genio Civile per la necessaria istruttoria. Ma da allora, nonostante i ripetuti solleciti dei progettisti, tramite lettere ufficiali, non se ne seppe più nulla. L’opera, il cui costo complessivo si aggira sui 2.800.000 euro, prevede una struttura dalle innovative caratteristiche tecnologiche. Dal punto di vista della sicurezza stradale, si tratta di un ponte di 1°categoria, ossia idoneo all’attraversamento di mezzi pesanti in assetto mobile. Dotato di pista ciclabile, prevede anche un ridottissimo impatto ambientale, dato che le opere su ambo le sponde sono state minimizzate, proprio per contenere i costi, e non rende necessaria la realizzazione di nuova viabilità per l’innesto col manufatto in progetto – concludono Sottile, Lo Presti e Liga.

Carmelo Amato

Barcellonese doc, il giornalismo è la sua ragione di vita. Indistruttibile, infaticabile, instancabile, riesce a essere sul posto “prima ancora che il fatto succeda”. Dalla cronaca nera allo sport nulla gli sfugge. È l’incubo degli amministratori di Palazzo Longano, che se lo sognano anche di notte e temono i suoi video e i suoi articoli nei quali denuncia disservizi e inefficienze e dà voce alle esigenze dei suoi concittadini. Sconfina spesso a Milazzo e dintorni.