Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

#Barcellona. La Move Your Body protagonista al festival della coreografia di Catania

Buoni risultati per la palestra Move Your Body al Festival della Coreografia che è andato in scena il 19 marzo presso il Palaghiaccio di Catania. La manifestazione ha visto esibirsi varie scuole di danza provenienti da tutta la Sicilia in diverse discipline. La palestra barcellonese, diretta sapientemente dalle sorelle Francesca,  Eleonora e Mariella Corica, si è contraddistinta portando a casa notevoli piazzamenti. Con la coreografia “Sorridigli Tu”, categoria modern intermedio, 1° posto per la coreografia curata da Christian Bambaci.

Primo posto passo a due, categoria avanzata, per Samuele Bongiovanni e Rossella Pino, con coreografia curata

da Danilo Anzalone.

Terzo posto, categoria moderno, per Chiara Soldino, con coreografia curata da Christian Bambaci.

Terzo posto è stato ottenuto anche dalla coreografia “Shot Me Down, categoria modern avanzato, con la coreografia curata da Salvina Pirri.

Infine, sempre con il gruppo modern avanzato, quarto posto per la coreografia “Le Fleur de Toi”, con la coreografia curata da Christian Bambaci.

La soddisfazione è grande per gli ottimi piazzamenti che la palestra sta ottenendo nelle vari manifestazione a cui partecipiamo – dichiarano le sorelle Corica. Quello della danza è un mondo meraviglioso che richiede però impegno e carattere. E’ una grande palestra educativa per i ragazzi, molto più di quanto normalmente non si pensi. Ci auguriamo di continuare su questa strada e ottenere sempre questo tipo di gratificazioni”.

#Barcellona. La Move Your Body protagonista al festival della coreografia di Catania
#Barcellona. La Move Your Body protagonista al festival della coreografia di Catania

Carmelo Amato

Barcellonese doc, il giornalismo è la sua ragione di vita. Indistruttibile, infaticabile, instancabile, riesce a essere sul posto “prima ancora che il fatto succeda”. Dalla cronaca nera allo sport nulla gli sfugge. È l’incubo degli amministratori di Palazzo Longano, che se lo sognano anche di notte e temono i suoi video e i suoi articoli nei quali denuncia disservizi e inefficienze e dà voce alle esigenze dei suoi concittadini. Sconfina spesso a Milazzo e dintorni.