Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

#Barcellona. La città diserta il sit-in contro la chiusura del PS

protesta_barcellona_cutroni-zodda_barcellona_17-9-2016_siciliansDopo Messina è la seconda città della provincia (41 618 abitanti) ma al sit-in organizzato stamane contro la chiusura del Pronto Soccorso hanno partecipato in meno di 350 persone. Solita passerella di esponenti politici, dal sindaco di Barcellona Roberto Materia ai parlamentari Alessio Villarosa (Movimento 5 Stelle) e Santi Formica (Lista Musumeci – verso Forza Italia) fino a diversi altri primi cittadini dei Comuni limitrofi, però i barcellonesi hanno dimostrato un’indifferenza assoluta verso una questione così importante. Il nuovo

Piano Sanitario della Regione Sicilia, che non è ancora stato approvato, prevede infatti la cancellazione della postazione di Pronto Soccorso dell’ospedale Cutroni Zodda e il conseguente dirottamento delle oltre 20.000 prestazioni effettuate nel nosocomio barcellonese verso i presidi di Milazzo e di Patti.  “Questa deve essere una protesta di tutti i cittadini del comprensorio e non solo dei cittadini barcellonesi -aveva dichiarato nei giorni scorsi il parlamentare Villarosa- e perciò vorrei che partecipassero tutti indistintamente, dai vicini di Merì ai lontani di Novara di Sicilia, Montalbano, Tripi e altri”. Un appello che la maggior parte degli abitanti di Barcellona Pozzo di Gotto ha respinto al mittente.

Carmelo Amato

Barcellonese doc, il giornalismo è la sua ragione di vita. Indistruttibile, infaticabile, instancabile, riesce a essere sul posto “prima ancora che il fatto succeda”. Dalla cronaca nera allo sport nulla gli sfugge. È l’incubo degli amministratori di Palazzo Longano, che se lo sognano anche di notte e temono i suoi video e i suoi articoli nei quali denuncia disservizi e inefficienze e dà voce alle esigenze dei suoi concittadini. Sconfina spesso a Milazzo e dintorni.