Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

#Barcellona. La città dice addio a Salvuccio Rao

Funerale Salvuccio Rao 8-3-2016 aUn addio commosso quello rivolto a Salvuccio Rao, responsabile e allenatore della Promosport Barcellona, stroncato da un infarto fulminante domenica scorsa davanti al cancello del campo sportivo di Zigari.  Mister nella vita prima ancora che sul campo.

Un grande sportivo morto a soli 56 anni. In tanti hanno voluto partecipare ai funerali celebrati da padre Tindaro Iannello al Duomo di San Sebastiano, stringendosi attorno ai figli Riccardo e Ludovico, al padre Domenico e ai fratelli Nino e Francesco.

Funerale Salvuccio Rao 8-3-2016 bPresenti anche diversi rappresentanti delle istituzioni e del mondo dello sport. Lacrime di commozione, il ricordo di quanti hanno conosciuto e accompagnato Salvuccio Rao nel corso della propria vita.

Barcellona Pozzo di Gotto non si è smentita, neppure in questa occasione: ha voluto salutare con affetto e con riconoscenza un suo concittadino, uno che in campo e nella vita ci ha messo sempre la faccia. Alla fine un applauso caloroso, carico di tanto affetto ma anche di tanta tristezza e un lancio di palloncini rossi e blu, quando il carro funebre ha portato il mister al cimitero urbano.

Carmelo Amato

Barcellonese doc, il giornalismo è la sua ragione di vita. Indistruttibile, infaticabile, instancabile, riesce a essere sul posto “prima ancora che il fatto succeda”. Dalla cronaca nera allo sport nulla gli sfugge. È l’incubo degli amministratori di Palazzo Longano, che se lo sognano anche di notte e temono i suoi video e i suoi articoli nei quali denuncia disservizi e inefficienze e dà voce alle esigenze dei suoi concittadini. Sconfina spesso a Milazzo e dintorni.