Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

#Barcellona. Incidente mortale di Giovanna Marullo, disposto il rinvio a giudizio per l’investitore

Il GUP presso il Tribunale di Barcellona Pozzo di Gotto, Fabio Gugliotta, ha rinviato a giudizio il barcellonese Lorenzo Maiorana, classe 1943, per il reato di omicidio stradale di cui all’articolo. 589 bis cp. Primo procedimento per omicidio stradale che si verifica in città. Secondo l’accusa, rappresentata da Rita Barbieri, l’uomo lo scorso anno con la propria condotta di guida avrebbe causato la morte della signora Giovanna Marullo, 80enne. L’incidente si verificò nel primo pomeriggio del 31 marzo 2016 lungo la via Romano. La donna

venne travolta dal Fiat Fiorino condotto dal Maiorana mentre sulle strisce pedonali dalla via Kennedy stava per immettersi sulla via Romano. La donna, investita nel pomeriggio, morì in serata presso il reparto di rianimazione dell’ospedale di Milazzo a seguito dei gravi traumi subiti. Importanti ai fini delle indagini si sono rivelate le immagini dei sistemi di sorveglianza di alcuni esercizi commerciali presenti.  I figli della vittima, Alfio e Maria, si sono costituiti parte civile con il legale Paolo Pino, la figlia Clara con il legale Pinuccio Calabro ed il figlio Carmelo con il legale Sebastiano Campanella. L’imputato è difeso dal legale Giuseppe Lo Presti. Prossima udienza fissata per l’11 ottobre.

Carmelo Amato

Barcellonese doc, il giornalismo è la sua ragione di vita. Indistruttibile, infaticabile, instancabile, riesce a essere sul posto “prima ancora che il fatto succeda”. Dalla cronaca nera allo sport nulla gli sfugge. È l’incubo degli amministratori di Palazzo Longano, che se lo sognano anche di notte e temono i suoi video e i suoi articoli nei quali denuncia disservizi e inefficienze e dà voce alle esigenze dei suoi concittadini. Sconfina spesso a Milazzo e dintorni.