Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

#Barcellona. Convegno dei Popolari in Movimento al Villino Liberty

Convegno Popolari in movimento 5-1-2016 aHa riscosso più successo di quanto gli stessi organizzatori si aspettassero l’incontro che si è tenuto stamane al Villino Liberty organizzato dai Popolari in Movimento, gruppo di ispirazione cattolica del Partito Democratico guidato da Giovanni Frazzica.

Durante il convegno sono stati trattati i temi della attualità del messaggio sturziano nel quadro politico attuale, caratterizzato da una certa fluidità politica nella quale i cattolici sembrano essere stati quasi resi marginali nel dibattito su temi come le unioni civili e le adozioni da parte di coppie omosessuali.

Frazzica ha rilevato con forza come all’interno dl PD si sia “creata una cultura da uomo solo al comando, figlia di quel metodo della pesatura dei leader sulla base delle tessere di partito, del quale gli stessi si facevano portatori. Quella cultura deve essere messa al bando e si deve tornare al dibattito interno su tutti i temi politici, sia quelli eticamente rilevanti, sia quelli di carattere più squisitamente politico ed economico. Non è tollerabile -ha dichiarato a margine- che i leader facciano pesare le proprie tessere e zittiscano tutti, specie le minoranze e il dissenso interno. Non è più accettabile il correntismo dei signori delle tessere”.

Al convegno erano presenti molti esponenti del centrosinistra e del PD barcellonese, come i consiglieri comunali Paolo Pino e Carmelo Cutugno, l’ex segretario cittadino Francesco Russo, il segretario cittadino del PSI Amedeo Gitto, l’ex candidato sindaco al Comune di Messina Felice Calabrò, il sindaco di Terme Vigliatore Bartolo Cipriano, Nicola Lombardo dei Popolari Nebrodi, l’ex consigliere comunale di Milazzo Franco Scicolone dei Popolari Milazzo, il consigliere comunale di Torregrotta Nino Antonazzo, l’ex vicesindaco di Gioiosa Marea Teodoro Lamonica e Pippo Previti, ex presidente del Consiglio comunale di Messina.

Ospite d’onore il vicepresidente dell’ARS Pippo Lupo, che con la propria presenza ha voluto sottolineare l’importanza dell’area cattolica del PD, che deve essere protagonista della stagione politica che si è appena aperta e che vedrà al centro la proposta di legge Cirinnà sulle unioni civili.

Numerosa la presenza anche di pubblico, fra cui anche la storica e scrittrice Patrizia Zangla, tanto che non è stato possibile, per motivi di tempo, dare la parola a tutti coloro che avevano richiesto di poter intervenire.

Cosimo Recupero, esponente del movimento a Barcellona Pozzo di Gotto, ha rilevato che l’interesse mostrato stamane dai cittadini è la prova che c’è voglia di politica vera e non urlata e che, di fronte a proposte e uomini seri e credibili, molti sono disposti a mettersi in gioco. In particolare, i temi sui quali i Popolari si impegnano sono quelli del lavoro e dello sviluppo infrastrutturale, oltre che i temi etici di cui si è detto.

Altri eventi saranno organizzati dai Popolari in Movimento nelle prossime settimane sia a Barcellona P.G. che in altri Comuni del messinese, proprio per rinsaldare la presenza dei cattolici in politica, che “non vuole essere correntismo sterile, ma difesa di valori morali e politici e di nuove progettualità, temi sui quali non si può essere indifferenti”.

#Barcellona. Convegno dei Popolari in Movimento al Villino Liberty
#Barcellona. Convegno dei Popolari in Movimento al Villino Liberty
#Barcellona. Convegno dei Popolari in Movimento al Villino Liberty
#Barcellona. Convegno dei Popolari in Movimento al Villino Liberty

Carmelo Amato

Barcellonese doc, il giornalismo è la sua ragione di vita. Indistruttibile, infaticabile, instancabile, riesce a essere sul posto “prima ancora che il fatto succeda”. Dalla cronaca nera allo sport nulla gli sfugge. È l’incubo degli amministratori di Palazzo Longano, che se lo sognano anche di notte e temono i suoi video e i suoi articoli nei quali denuncia disservizi e inefficienze e dà voce alle esigenze dei suoi concittadini. Sconfina spesso a Milazzo e dintorni.