Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

#Barcellona. Contributi alle società sportive, la Giunta revoca la delibera

Angelo Coppolino
Angelo Coppolino

La Giunta Materia, avendo valutato le osservazioni di alcune società sportive rispetto alla delibera 317 del 23 dicembre scorso, che tanto ha fatto discutere nelle ultime settimane in città, ha deciso di revocarla e ha avviato un nuovo analogo procedimento.

La deliberazione assegnava finanziamenti alle società sportive cittadine iscritte nell’Albo Comunale per l’attuazione di iniziative di promozione.

“Il provvedimento adottato oggi dalla Giunta Municipale -si legge nella delibera- sempre nell’ottica di avviare una misura di solidarietà sociale che rivolge una particolare attenzione verso il diritto di tutti allo sport non soltanto come strumento per il benessere psico-fisico e la tutela della salute, ma anche per la formazione della persona, per l’integrazione e le pari opportunità, nonché per la lotta contro il razzismo e la violenza, ha rimodulato l’iniziativa con il chiaro intento di conseguire maggiori livelli di condivisione collettiva e meglio assicurare gli obiettivi formativi, educativi, solidaristici e d’integrazione sociale che con essa sono perseguiti.

La Giunta ha fornito al dirigente dei Servizi Sportivi le direttive cui attenersi nella selezione delle iniziative da finanziare, alla quale potranno partecipare i soggetti iscritti all’Albo Comunale delle società sportive dopo la pubblicazione, che avverrà a breve, di un apposito avviso”.

Successivamente si potranno presentare le istanze di partecipazione alla selezione, oppure confermare o integrare i progetti già presentati. La somma complessiva assegnata all’iniziativa ammonta sempre a 60.000 euro.

Carmelo Amato

Barcellonese doc, il giornalismo è la sua ragione di vita. Indistruttibile, infaticabile, instancabile, riesce a essere sul posto “prima ancora che il fatto succeda”. Dalla cronaca nera allo sport nulla gli sfugge. È l’incubo degli amministratori di Palazzo Longano, che se lo sognano anche di notte e temono i suoi video e i suoi articoli nei quali denuncia disservizi e inefficienze e dà voce alle esigenze dei suoi concittadini. Sconfina spesso a Milazzo e dintorni.