Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

#Barcellona. Condannato in primo grado per una rapina: assolto in Appello Giuseppe Avengna

Tribunale MessinaI giudici della Corte d’Appello di Messina hanno assolto dall’accusa di rapina aggravata e detenzione di arma da fuoco il barcellonese Giusepppe Avengna, 25 anni. In primo grado il giovane era stato condannato a 3 anni di reclusione, al pagamento di 10 mila euro e all’interdizione dai pubblici uffici. Il Tribunale del Riesame aveva invece scarcerato

il fratello Antonino, 27 anni.

I due erano stati arrestati dalla Polizia a febbraio dello scorso anno poiché ritenuti responsabili di una rapina a mano armata effettuata la sera del 16 febbraio presso il distributore ERG di Barcellona Pozzo di Gotto.

Accogliendo le motivazioni del legale Massimo Alosi – i giudici hanno assolto con la formula “per non aver commesso il fatto” il giovane Giuseppe stravolgendo di fatto  la sentenza di primo grado.

Giuseppe Avengna subito dopo la lettura della sentenza è tornato libero.

Carmelo Amato

Barcellonese doc, il giornalismo è la sua ragione di vita. Indistruttibile, infaticabile, instancabile, riesce a essere sul posto “prima ancora che il fatto succeda”. Dalla cronaca nera allo sport nulla gli sfugge. È l’incubo degli amministratori di Palazzo Longano, che se lo sognano anche di notte e temono i suoi video e i suoi articoli nei quali denuncia disservizi e inefficienze e dà voce alle esigenze dei suoi concittadini. Sconfina spesso a Milazzo e dintorni.