Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

#Barcellona. Bilancio in rosso, ma per il Natale non si bada a spese

albero-natale-neve“A Natale puoi, fare quello che non puoi fare mai”. Recita così l’inizio del famoso jingle che in questi giorni inizierà a risuonare in tutte le case, grazie anche a una fortunata campagna pubblicitaria.

E deve essere suonato anche nelle stanze del Comune di Barcellona Pozzo di Gotto, visto che per le prossime festività natalizie, nonostante i pesanti debiti nel bilancio, si è deciso di investire sulla festa di Natale 30mila euro per le luminarie e 6mila per l’installazione del circuito sonoro, per non parlare dei 20mila destinati al Capodanno con Nino Frassica.

Le luminarie saranno installate in via Roma (dal Tribunale al Parco La Rosa), in via Umberto I (dal Commissariato al Rio Bar), in via Garibaldi (dall’edicola Russo al Premier), in via San Sebastiano, alla ex Pescheria, al Teatro Mandanici, alla statua di Peppa a Cannunera, nelle chiese di San Vito e di San Giovanni e nelle vie Alfieri, Dante e Carducci. Inoltre, un mega albero di Natale sarà allestito a piazza Duomo, mentre nelle chiese piccole ne saranno collocati degli altri.

E già in tanti quartieri della città, da tempo al buio per la carente illuminazione pubblica, si spera ora che il Natale faccia luce. “A Natale puoi”.

Carmelo Amato

Barcellonese doc, il giornalismo è la sua ragione di vita. Indistruttibile, infaticabile, instancabile, riesce a essere sul posto “prima ancora che il fatto succeda”. Dalla cronaca nera allo sport nulla gli sfugge. È l’incubo degli amministratori di Palazzo Longano, che se lo sognano anche di notte e temono i suoi video e i suoi articoli nei quali denuncia disservizi e inefficienze e dà voce alle esigenze dei suoi concittadini. Sconfina spesso a Milazzo e dintorni.