Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

#Barcellona. Anche la città del Longano dice No alla violenza sulle donne

12299650_10205837912284014_948432413_oIn tanti per dire “No” alla violenza sulle donne. Studenti delle scuole medie cittadine, insegnanti e dirigenti scolastici hanno partecipato alla “Giornata internazionale contro la violenza sulle donne” organizzata dall’Associazione Unione Donna Verbo Onlus, con il coinvolgimento di tutti i comuni del Distretto Socio Sanitario D28.

Una mattinata all’insegna della sensibilizzazione quella andata in scena presso la Sala Consiliare di Palazzo Longano. E’ stato il vice-sindaco Filippo Sottile, con l’assessore Gianluca Sidoti, ad accogliere gli studenti dei vari istituti. I due, oltre a documentare il fenomeno, hanno spiegato le iniziative che l’Amministrazione vorrebbe portare avanti su tali problematiche. Il vice sindaco ha inoltre promesso che si attiverà per cercare di trovare una sede idonea da destinare alle attività dell’associazione.

«Riteniamo importante celebrare questa giornata di sensibilizzazione con gli studenti perché è a scuola con il dialogo e il confronto che si compie la trasformazione culturale necessaria a sconfiggere la violenza» ha dichiarato la presidentessa dell’Associazione Alessandra Tafuro.

#Barcellona. Anche la città del Longano dice No alla violenza sulle donne
#Barcellona. Anche la città del Longano dice No alla violenza sulle donne
#Barcellona. Anche la città del Longano dice No alla violenza sulle donne
#Barcellona. Anche la città del Longano dice No alla violenza sulle donne
#Barcellona. Anche la città del Longano dice No alla violenza sulle donne
#Barcellona. Anche la città del Longano dice No alla violenza sulle donne

Carmelo Amato

Barcellonese doc, il giornalismo è la sua ragione di vita. Indistruttibile, infaticabile, instancabile, riesce a essere sul posto “prima ancora che il fatto succeda”. Dalla cronaca nera allo sport nulla gli sfugge. È l’incubo degli amministratori di Palazzo Longano, che se lo sognano anche di notte e temono i suoi video e i suoi articoli nei quali denuncia disservizi e inefficienze e dà voce alle esigenze dei suoi concittadini. Sconfina spesso a Milazzo e dintorni.