Avanza il ciclone sulla Sicilia e si dirige verso la Grecia, monitoraggio costante della Protezione civile

Allerta meteo 22.30  7-11-2014Monitoraggio continuo della Protezione civile regionale e nazionale del ciclone che incombe sulla Sud Orientale e che si sta spostando verso la Grecia.

“L’attuale posizione del ciclone, insieme agli ultimi aggiornamenti sulla previsione della traiettoria verso nord-nord-est fa escludere che possa interessare le province di Agrigento e Caltanissetta -dichiarano da Roma”.

Situazione ben diversa per quanto riguarda invece le zone costiere del ragusano e delle zone ioniche. “Il ciclone simil-tropicale sta interessando in queste ore le coste ioniche della Sicilia -spiegano sul sito della Protezione civile nazionale. Sul territorio sono stati rilevati venti forti con raffiche fino a 50 nodi all’imbocco del porto di Siracusa. Vento forte, pioggia e mareggiate continueranno a interessare le zone costiere orientali siciliane nelle prossime ore. Il fenomeno, poi, perderà progressivamente di intensità a partire dalle prime ore della mattina di sabato 8 novembre spostandosi verso sud-est in mare aperto”.

“Sulla sud-orientale è attualmente in vigore un avviso di avverse condizioni meteorologiche per il persistere di precipitazioni diffuse -spiegano dal Dipartimento Nazionale della Protezione Civile- anche a carattere di rovescio o temporale, per le quali è indicata una criticità rossa per rischio idrogeologico”.

La Prefettura di Ragusa ha sollecitato la Protezione civile regionale ad attivare i dispositivi previsti in situazioni del genere. “In relazione ad un grave fenomeno meteorologico che sta interessando dal pomeriggio di oggi e per le successive 12 ore questo territorio provinciale e in particolare la fascia costiera della provincia –dichiarano dalla Prefettura iblea- caratterizzato da forti venti e significative mareggiate, si è chiesto di attivare con immediatezza tutte le misure necessarie a ridurre il rischio. Le popolazioni locali

sono state invitate a evitare di uscire dalle proprie abitazioni, ad allontanarsi dalle strutture precarie e vulnerabili quali verande, ponteggi, cartelloni pubblicitari, alberi, strutture particolarmente alte, serre agricole”.

Se le condizioni meteo non peggioreranno, dopo lo stop di oggi alle 17.30 domani mattina riprenderà il traffico sulla tratta ferroviaria Siracusa-Gela. Il Gruppo FS manterrà attivo il piano di emergenza attivato dopo l’allerta. Previsti presidi di controllo sulla rete ferroviaria, soprattutto nella Sicilia Orientale e sul litorale ionico, dove oggi si sono registrati ritardi e rallentamenti.

Traffico bloccato sulla Statale 114
Traffico bloccato sulla Statale 114

Notevoli disagi nella zona sud di Messina. In via Carbonara nel villaggio Tremestieri onde molto violente hanno distrutto parte del parapetto che protegge il litorale. Sempre nella zona sud, a Galati Marina e Santa Margherita il mare è arrivato vicinissimo alle abitazioni e la strada statale 114 è rimasta chiusa la traffico fino a poco prima delle 20 e il traffico è stato deviato all’interno del paese.

Frane e smottamenti lungo la Strada Statale 114 all’altezza di Capo d’Alì. Per quanto riguarda i trasporti, tram bloccato dall’acqua non defluita dalla corsia e fermi anche aliscafi e mezzi veloci. Nessuna interruzione per le navi traghetto.

Il Movimento 5 Stelle sollecita il presidente della Regione Sicilia Rosario Crocetta a dichiarare lo stato di emergenza nelle città siciliane colpite dal maltempo devastante. “Esprimiamo la nostra massima ai cittadini di Acireale, Acicastello, Giarre e Catania ai cittadini acesi feriti –dichiarano i grillini- e invitiamo gli amministratori locali a impegnarsi per dare voce alle istanze della popolazione coinvolta. Vigileremo sui ministeri affinché questi facciano in modo che i cittadini colpiti ricevano le giuste tutele e gli aiuti per ristabilire la loro serenità familiare”.

Elisabetta Raffa

Giornalista professionista dal secolo scorso, si divide equamente tra articoli di economia e politica, la cucina vegana, i propri cani, i libri, la musica, il teatro e le serate con gli amici, non necessariamente in quest’ordine. Allergica ai punti e virgola e all’abuso dei due punti, crede fermamente nel congiuntivo e ripete continuamente che gli unici due ausiliari concessi sono essere e avere. La sua frase preferita è: “Se rinasco voglio essere la moglie dell’ispettore Barnaby”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.