Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Attualità. Premio speciale “Orione 2018” all’ispettore forestale barcellonese Fortunato De Pasquale

L’ispettore superiore forestale  Fortunato De Pasquale,  nativo di Barcellona Pozzo di Gotto, comandante del distaccamento forestale barcellonese, ha ricevuto presso l’aula magna dell’Università degli Studi di Messina, il Premio Speciale “Orione 2018”.Un riconoscimento conferito alle Istituzioni e alle personalità della provincia messinese che si sono distinte nell’impegno civico, agendo con grande generosità e senso del dovere. L’evento, la cui denominazione è da ricondurre a “Orione” mitico fondatore della città di Messina, è stato organizzato dall’Associazione Messinaweb.eu.

“All’ispettore De Pasquale, per essersi distinto e per aver posto in essere ogni possibile azione necessaria a prevenire e reprimere il fenomeno degli incendi boschivi con ottimi risultati già nella scorsa campagna antincendio 2017 – si legge nella motivazione – ed ancor di più durante la stagione antincendio 2018 fino a ridurre a pochissimi interventi le azioni di spegnimento e contenimento delle aree percorse dal fuoco. Per aver altresì concretizzato ottimi risultati nel controllo e vigilanza del territorio a salvaguardia dell’ambiente nell’azione di prevenzione e repressione degli illeciti amministrativi e penali”.

Nel corso della manifestazione sono stati ricordati con la deposizione di una corona di alloro presso la targa che li commemora all’Università di Messina, tutti gli studenti caduti nei due conflitti mondiali del secolo scorso.

 

Carmelo Amato

Barcellonese doc, il giornalismo è la sua ragione di vita. Indistruttibile, infaticabile, instancabile, riesce a essere sul posto “prima ancora che il fatto succeda”. Dalla cronaca nera allo sport nulla gli sfugge. È l’incubo degli amministratori di Palazzo Longano, che se lo sognano anche di notte e temono i suoi video e i suoi articoli nei quali denuncia disservizi e inefficienze e dà voce alle esigenze dei suoi concittadini. Sconfina spesso a Milazzo e dintorni.