Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Attualità. Merì, dopo oltre vent’anni assunti i 19 precari del comune

“Siamo soddisfatti e orgogliosi di quanto abbiamo fatto. Quella di oggi è una cerimonia importante (31 dicembre ndr), anche simbolica: 19 precari storici del nostro Comune sono stati stabilizzati. Si tratta di personale che in questi anni ha retto gran parte del lavoro della pubblica amministrazione e che ha vissuto le tensioni legate alle incertezze del futuro”. Lo ha detto il sindaco di Merì Filippo Bonansinga, presiedendo la cerimonia di stipula dei contratti a tempo indeterminato dei precari dell’Ente, che si è tenuta il giorno di San Silvestro, alla presenza dell’assessore regionale Bernadette Grasso, presso l’aula consiliare del comune.  I precari storici, Anna Bombaci, Salvatore Pizzo, Antonella Parisi, Francesca Famà, Antonella Scolaro, Santa Bonaceto, Concetta Pino, Domenica Rizzo, Giuseppa Pizzurro, Antonella Maiorana, Letizia Irato, Rosa Crisafulli, Rosanna Aragona, Maria Concetta De Gaetani, Carmelo Bonina, Giuseppe Bucca, Francesco Bertè, Giovanni Mazzù, Domenica Furnari, hanno firmato il tanto atteso contratto a tempo indeterminato. Quello della stabilizzazione del personale precario del Comune era uno dei punti programmatici dell’amministrazione Bonansinga.  I tanti lavoratori avranno così riconosciuto un diritto che avevano maturato nel tempo e decine di famiglie potranno guardare con maggiore ottimismo al proprio futuro.

I VIDEO DELLA CERIMONIA E’ POSSIBILE TROVARLI SULLA PAGINA FACEBOOK DI SICILIANS

 

 

Attualità. Merì, dopo oltre vent’anni assunti i 19 precari del comune
Attualità. Merì, dopo oltre vent’anni assunti i 19 precari del comune

Carmelo Amato

Barcellonese doc, il giornalismo è la sua ragione di vita. Indistruttibile, infaticabile, instancabile, riesce a essere sul posto “prima ancora che il fatto succeda”. Dalla cronaca nera allo sport nulla gli sfugge. È l’incubo degli amministratori di Palazzo Longano, che se lo sognano anche di notte e temono i suoi video e i suoi articoli nei quali denuncia disservizi e inefficienze e dà voce alle esigenze dei suoi concittadini. Sconfina spesso a Milazzo e dintorni.