Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

ATM, un mercoledì da dimenticare

Un tabellone dell'ATM, simbolo di un servizio ormai inesistente

Cronaca di un pomeriggio di ordinaria follia a Messina. La denuncia è del Comitato Spazio Messina. Si inizia verso le 15, quando nella zona Sud della città gli autobus dell’ATM sembrano essere spariti. Svaniscono nel nulla il 2, il 6 e l’8. Solo alle 18.45 il 2 passa da Tremestieri per andare a Giampilieri.

Inutile, da quanto racconta Salvatore Piconese, presidente del Comitato, contattare il numero sul biglietto da convalidare (090-22851) per avere chiarimenti su quello che è successo.

Risponde solo un’anonima voce preregistrata che informa  i malcapitati aspiranti usufruitori dei mezzi ATM che “tutti gli operatori sono al momento impegnati”.

“Risulta davvero inutile -commenta Piconese- fare presente le molteplici mancanze, nonché carenze sociali e urbane nelle quali Messina continua a vivere. Un fondo dal quale nessuna possibilità umana sembra venir fuori.

La passività generale ci rende simili alle bestie, con l’unica differenza che qui si va al massacro quotidiano per sopravvivere. A differenza degli animali, che di istinto e intelligenza ne hanno da vendere.

Il nostro appello va alla stampa, ai mezzi di informazione, affinché diffondano la difficoltà del vivere, dello spostarsi attraverso lo scarsissimo sistema ormai saturo dell’ATM e perché si sappia che oggi lavoratori, disoccupati, abbonati, vecchi e bambini, sono rimasti in balìa del caldo, senza alcuna traccia di un solo mezzo, per far rientro a casa o andare a lavoro”.