Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

ATM, riprende il servizio ma i lavoratori non abbassano la guardia

La delegazione dei lavoratori dell'ATM in Prefettura

Con 6 tram e 21 autobus questa mattina l’ATM ha ripreso a funzionare. Anche se i lavoratori hanno messo in chiaro che lo hanno fatto solo “per senso di responsabilità e gratitudine al ruolo determinante svolto dal prefetto Stefano Trotta”.

La notizia che sarà anticipato anche il dodicesimo di febbraio non ha certo rasserenato i lavoratori, che insieme a Orsa, Ugl e Cub, chiedono chiarezza su dove saranno reperiti i fondi annunciati nel comunicato stampa di Cgil, Cisl e Uil dopo l’incontro di ieri pomeriggio con Croce.

“Al Commissario Croce -scrivono i sindacati confederali- che ha ribadito la necessità di attendere l’erogazione dei 40 milioni dal Governo Regionale e che confida, seguendo personalmente la vicenda, che i tempi non saranno lunghi, il sindacato ha risposto chiedendo un intervento straordinario in considerazione dello stato a cui è giunto il servizio, che consenta di superare la corresponsione del semplice dodicesimo di bilancio ed il milione aggiunto.

Alla fine è stato siglato un verbale di incontro nella quale l’amministrazione comunale anticipa un ulteriore dodicesimo ai precedenti 2 milioni 400 mila euro, che servirà a pagare un altro stipendio, e si impegna ad instaurare in tempi brevi un incontro in ordine ai problemi ATM. Per il sindacato si

tratta di un segnale importante per i lavoratori e per la città che chiaramente non risolve del tutto la questione, ma contribuisce a creare il clima per avviare quei necessari cambiamenti, senza i quali non vi saranno né azienda né servizi”.

“Dell’ulteriore milione 400 mila euro che in ogni caso scaturisce dalle legittime lotte dei lavoratori e dall’intervento autorevole del Prefetto -ribattono Orsa, Ugl e Cub- non è dato a sapere i tempi necessari di delibera né quando saranno materialmente disponibili nelle tasche dei lavoratori. Ci risulta inoltre che non sarebbe altro che un ulteriore anticipo di un altro dodicesimo, quello di febbraio. Di fatto non sblocchiamo le risorse dei 3 milioni 900 mila euro dovuti dai maggiori trasferimenti 2012 come sarebbe logico, ma posticipiamo nel tempo il problema senza risolverlo alla radice e rinviandolo a febbraio. Ecco perché temiamo che questo annuncia possa essere solo un palliativo. L’intervento del prefetto Trotta è stato  immediato e incisivo. Abbiamo avuto garanzie che la firma del mandato del dodicesimo di febbraio ci sarà entro domani. E solo per questo e per l’impegno formale dei vertici ATM di pagare il saldo di ottobre, novembre e la tredicesima si è deciso di riprendere il servizio”.

Su richiesta di Orsa, Ugl  e Cub la Prefettura seguirà la vertenza ed è già stato fissato un altro incontro per lunedì per una prima verifica. Se gli impegni assunti non saranno rispettati, i lavoratori non esiteranno a riprendere le azioni di protesta.