Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Atletico Messina batte Sparagonà 3-1

L’Atletico Messina doma le resistenze dello Sparagonà e si impone tra le mura amiche, con il punteggio di 3-1. La doppietta in avvio di La Valle, a cui risponde subito dopo Vera, regalano il 2-1 nei primissimi minuti.

A chiudere definitivamente i conti ci pensa nella seconda frazione Bonanno, che realizza la rete del definito 3-1. Zoccoli può essere soddisfatto dell’approccio alla gara dei suoi. La prima rete firmata da La Valle, arriva addirittura 40  secondi dopo il calcio d’inizio.

Questo per dimostrare come i biancoazzurri abbiano sin da subito preso le redini della gara in mano. Inizialmente i neo arrivi Lo Schiavo e Di Bella restano in panchina. A difendere La Fauci, la linea arretrata torna a poter contare su Insana. Papale è dirottato a destra, con Postorino e Mascaro centrali.

Linea mediana composta da Galletta, Ghartey e Nicocia. Bonanno a ispirare la coppia offensiva formata da Paludetti e La Valle. Amato recupera, ma solo per la panchina. Sparagonà con la tradizionale casacca bianca. Tra i pali spicca l’esperto De Clo. Ad arbitrare la gara il sig. Castiglione di Catania. Al fischio iniziale è subito vantaggio. Galletta, dopo aver recuperato palla a centrocampo, manda in profondità La Valle, che sull’uscita di De Clo trova un tocco in anticipo che vale l’1-0.

Nei primi minuti è La Valle show. L’attaccante classe 91′ ci prova ancora subito dopo, ma stavolta la conclusione non centra i pali. L’assist di Bonanno però al 10′ vale il raddoppio. Presa palla al limite, La Valle riesce a centrare la sua posizione e calciare un destro angolato, imprendibile per De Clo. Al 10′ è già doppio vantaggio per l’Atletico. Quando la partita sembra essere incalanata per i padroni di casa lo Sparagonà trova il modo di accorciare le distanze e riportarsi sotto nel punteggio.

Probabile anche il tocco
del numero 9, che cambia traiettoria al pallone. Al 15′ è 2-1. Da questo momento in poi gli ospiti, nonostante siano sotto con il punteggio, non mettono più testa fuori dalla loro metà campo. Il dominio dell’Atletico Messina è palese. Ci provano Bonanno-Paludetti e La Valle soprattutto, grazie alle combinazioni strette che portano uno dei tre alla conclusione. Paludetti è quello dei tre che si sbatte di più in avanti, senza trovare mai la vera occasione per realizzare un meritato gol. Bonanno trova la sua dimensione. Pressa a tutto campo, ruba decine di palloni.

Anche Nicocia, arretrato sulla linea dei centrocampisti, da mezz’ala fornisce probabilmente la prestazione migliore della  stagione. Insomma una gara perfetta quella dei biancoazzurri, che portano a casa i tre punti con una tenacia encomiabile. Mai domi, anche quando la  partita stava per concludersi. A poche battute dalla fine è Bonanno a regalarsi la gioia del quinto goal stagionale. La combinazione con Amato lo libera al tiro.

Dall’interno dell’area di rigore, il 10 di casa non sbaglia mai e sigla la rete del definitivo 3-1. Una squadra che può permettersi il lusso di far entrare a partita in corso Amato, Lo Shiavo e Vinci dimostra che l’inversione di marcia rispetto all’inizio del campionato è stata automatica. La zona retrocessione sarebbe stata un’eresia per la truppa Zoccoli, che adesso si trova a viaggiare al ritmo delle primissime,  con la terza piazza in classifica guadagnata a scapito del Trinacria.


Atletico Messina-Sparagonà: 3-1

Marcatori:  1′-10’La Valle, 15’Vera,79’Bonanno.

Atletico Messina: La Fauci, Papale (82’Vinci), Insana, Galletta, Mascaro, Postorino, Nicocia (vk) (79’Lo Schiavo), Ghartey, La Valle (75’Amato), Bonanno (K), Paludetti. A  disposizione: Mazzullo, Costa, Di Bella.
All.Fabio Zoccoli

Sparagonà: De Clo, Casablanca, Sciarrone(K), Vera (59’Santoro), Calafiore, Crisafulli, Smiroldo A, Smiroldo  O, Vittorio, Nicita, Ferrante (75’Sparacino). A disposizione: Scarcella, Leo,   Spadaro.
All.Vincenzo Famulari