Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Arrivano due nuovi commissari all’ATM e in Fiera

I lavoratori dell'ATM durante l'ultimo presidio

Altro giro, altro commissario. All’azienda Trasporti e all’Ente Fiera ne arriveranno altri due. All’ATM Enrico Spicuzza, mentre all’Ente di viale della Libertà è stata destinata Maria Amoroso, funzionario regionale inviata dall’assessorato alle Attività Produttive.

Messinese, 51 anni, attuale presidente del Consiglio dell’Ordine dei dottori commercialisti ed esperti contabili di Messina, Spicuzza espleterà l’incarico gratuitamente fino all’avvio della messa in liquidazione dell’Azienda Trasporti Messina. Spicuzza è stato Revisore dei Conti in numerosi istituzioni ed organismi.

“Dalla nomina del dottor Spicuzza, commercialista di indubbia professionalità ed esperienza, a nuovo commissario dell’Azienda Trasporti -dichiarano Michele Barresi, Francesco Alizzi e Francesco Urdi responsabili di Orsa, Ugl e Cub Trasporti- appare chiaro che ci attende una ennesima fase di transizione con la precisa intenzione della proprietà di accelerare la procedura di liquidazione dell’ATM.

E questo, quando ci auguravamo la nomina di un tecnico esperto in materia di trasporti -aggiungono Barresi, Alizzi e Urdi- con il quale iniziare da subito la fase di rilancio e riorganizzazione anche gestionale dell’azienda, operazione non più procrastinabile visto il conclamato stato di collasso in cui versa il servizio di trasporto pubblico cittadino.

Chiederemo subito un incontro al nuovo commissario Spicuzza, perché prima che si parli di liquidazione dell’azienda si ponga in essere la trasformazione dell’ATM tutelando i livelli occupazionali e si definisca tutto il percorso per il rilancio della nuova società a cominciare dal contratto

di servizio e dal piano industriale.

Un percorso più volte annunciato fin dalla precedente sindacatura Buzzanca, che tuttavia, nonostante la gravità della situazione aziendale, sembra ancora oggi essere misteriosamente arenata alla volontà malcelata di lasciare la patata bollente nelle mani dell’amministrazione che uscirà dalle prossime elezioni comunali, negando nelle more alla cittadinanza un servizio di trasporto urbano degno di tal nome”.

Ancora più severa la reazione dei segretari generali dei Trasporti di Cgil, Cisl e Uil Pino Foti, Enzo Testa e Silvio Lasagni, che senza mezzi termini dichiarano che Spicuzza “non ha chiaramente quei requisiti di conoscenza del settore dei trasporti di cui l’azienda necessita e che noi avevamo ufficialmente richiesto. La nomina sembra finalizzata, dopo la drammatica relazione dei Revisori dei Conti, a curare solo la parte del bilancio e, come si legge nell’incarico, ad avviare la liquidazione della partecipata. Bene ha fatto il commissario Croce a non perdere tempo, ma adesso occorre avviare subito quel confronto previsto nell’intesa tra amministrazione comunale e Cgil, Cisl e Uil del 16 gennaio scorso su tutti gli aspetti della trasformazione e sulle necessarie garanzie per i lavoratori e per il servizio”.

Diversamente da Spicuzza, Maria Amoroso è invece un commissario ad acta, inviata dall’assessorato per seguire gli innumerevoli contenziosi e tutti gli atti urgenti che si vanno accumulando nella presidenza dell’Ente Fiera e di cui nessuno si è occupato negli ultimi mesi, dopo la scadenza del mandato di Fabio D’Amore. Per la Amoroso questa è la seconda esperienza messinese, dopo quella di commissario dell’Ente Porto. Allora fu inviata su indicazione dell’ex assessore alle Attività Produttive Marco Venturi.