Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Arriva “PedibuS” per andare tutti insieme a piedi a scuola

Un autobus umano che non ha bisogno di benzina ma solo di gambe allenate e di voglia di stare insieme. Arriva anche a Messina il progetto “PedibuS”.

A presentarlo stamane il sindaco Renato Accorinti con gli assessori alla Pubblica istruzione Patrizia Panarello e alla Viabilità e trasporti Gaetano Cacciola e da Sergio Conti Nibali, uno dei componenti il gruppo di lavoro.

L’iniziativa, promossa dall’Amministrazione comunale e sponsorizzata dalla Fondazione di Comunità di Messina, partirà in via sperimentale dal prossimo anno scolastico e ha l’obiettivo di far camminare a piedi i bambini per andare e tornare da scuola.

Il risultato sarà non solo quello di avere bambini più sani, ma anche di far iniziare bene la giornata insieme ai compagni di classe.

Due adulti saranno la testa e la coda della carovana e ci saranno capolinea, fermate, orari e percorso prestabilito. E niente scuse del maltempo per i pigroni o per le mamme troppo ansiose, perché non saranno ammesse.

“E’ il modo più sicuro, ecologico, divertente e salutare per andare e tornare da scuola -spiegano da Palazzo Zanca. Il progetto prevede un autista adulto che fungerà da capofila e un adulto controllore nella parte posteriore.

I bambini andranno a scuola in gruppo, seguendo un percorso stabilito e raccogliendo passeggeri alle fermate predisposte lungo il cammino. Si viaggerà con il sole e con la pioggia e ciascun componente indosserà un abbigliamento identificativo.

Lungo il tragitto i piccoli passeggeri potranno chiacchierare con i loro compagni e apprendere notizie utili sulla sicurezza stradale. I 15 minuti di tragitto a piedi rappresentano la metà dell’esercizio fisico giornaliero necessario ai bimbi. L’autobus umano potrà contribuire anche al miglioramento della viabilità cittadina durante il periodo scolastico soprattutto nelle aree adiacenti le scuole”.

Il Progetto PedibuS è da tempo una realtà in molti paesi del mondo e adesso inizia a diffondersi anche in Italia.  Coinvolge i bambini educandoli e abituandoli al concetto di mobilità sostenibile, li rende autonomi, dà impulso alla rete di genitori per coordinare vigilanza e controllo durante i percorsi casa-scuola e agevola le azioni necessarie per realizzare e potenziare aree e spazi verdi adatti ai bambini.

All’avvio di un nuovo PedibuS è prevista un’inaugurazione organizzata dalla stessa scuola con l’intervento dei bambini coordinati dai loro insegnanti e a fine anno si organizzerà una festa per premiare tutti gli alunni che hanno partecipato, con la consegna di un attestato e premi ai più assidui utilizzatori dell’autobus umano.

Il coordinamento operativo di Palazzo Zanca fornirà l’abbigliamento identificativo dei bambini, i tesserini per gli accompagnatori, i giornali di bordo per le presenze quotidiane, i supporti per allestire le fermate e i capolinea e, se possibile, anche i carrelli per trasportare gli zaini.

Sabato 21 settembre alle 9, nel Salone delle Bandiere di Palazzo Zanca, il progetto sarà presentato ai dirigenti scolastici e alla cittadinanza. Maggiori informazioni all’indirizzo http://www.comune.messina.it/pedibus/.