Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Arrestati 3 rumeni per il furto di oltre 800 chili di rame

Il rame sequestrato dalla Polizia

Colti sul fatto mentre bruciavano cavi elettrici per recuperarne l’interno di rame. La Polizia ha arrestato ieri tre rumeni con l’accusa di ricettazione e combustione illecita di rifiuti.

I furti di rame si moltiplicano in città e gli uomini delle Volanti hanno messo le manette ai polsi di Vali Radu di 19 anni, Ionut Petre di 22 anni e Alecsandru Haliceag di 40 anni

40.

“I tre -spiegano dalla Questura di Messina- sono stati individuati in contrada Crocifisso nel rione Cataratti, perché traditi dalla fitta coltre di fumo creatasi dal falò appiccato dagli stessi per bruciare cavi elettrici e ricavarne rame.

Notata la Volante, hanno provato a recuperare quanto più materiale possibile, caricarlo in macchina e fuggire, ma sono stati velocemente raggiunti e bloccati”.

La perquisizione dell’auto ha permesso il recupero e sequestro di 830 chili di rame, ancora caldo e bruciacchiato in diversi punti. I tre rumeni saranno giudicati con rito direttissimo.