Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Aperto un centro di ascolto per le famiglie di pazienti psichiatrici

Un Centro Ascolto per le famiglie con pazienti affetti da patologia psichiatrica. E’ il nuovo progetto in cantiere al Modulo Dipartimentale di Salute Mentale di Me Sud dell’ASP5 di Messina, in collaborazione con la Caritas Diocesana.

“L’idea è quella di fornire un servizio ai familiari -ha spiegato la dottoressa Settineri, un’assistente sociale- con cui abbiamo creato un gruppo di ascolto nel ultimi anni. Rientra nelle iniziative di coinvolgimento delle famiglie, in un clima di mutuo aiuto per coloro che sono impegnati nell’assistenza di cari affetti da patologia psichiatrica”.

Il Csm di Me Sud copre una zona cittadina che va da via Roosevelt a Furci, dunque una cospicua zona del litorale jonico.

“Nella maggior parte dei casi, si tratta di famiglie che già conosciamo -spiega l’assistente sociale. Il loro numero varia in base alla stagionalità,

ma una trentina di casi usufruisce già del nostro aiuto e possiede una certificazione di comprovata patologia”.

Il numero dei cittadini con potenziale sofferenza psicologica è certamente più alto ed il primo passo per il riconoscimento della malattia è innanzitutto l’aiuto delle famiglie, che solo con l’informazione e un supporto medico possono rendersi conto della reale entità del malessere di un proprio parente.

“Vogliamo innanzitutto pubblicizzare il nostro servizio affinché possano rivolgersi a noi anche coloro che hanno soltanto curiosità o vogliano informarsi meglio sulla legislazione vigente -puntualizza ancora la Settineri. L’iniziativa è fortemente caldeggiata dai progetti regionali e prevede la partecipazione di assistenti sociali e pedagogisti dell’ASP5, nonché di collaboratori volontari a titolo totalmente gratuito”.

Il Centro di Ascolto “Spazio Famiglia” ha sede in via Emilia 19 a Provinciale ed è aperto il primo lunedì del mese dalle 16 alle 18 e il terzo lunedì del mese dalle 10 alle 12.

Francesca Duca

Ventinovenne, aspirante giornalista, docente, speaker radiofonica. Dopo una breve parentesi a Chicago, torna a preferire le acque blu dello Stretto a quelle del lago Michigan. In redazione si è aggiudicata il titolo di "Nostra signora degli ultimi" per interviste e approfondimenti su tematiche sociali che riguardano anziani, immigrati, diritti civili e dell'infanzia.Ultimamente si è cimentata in analisi politiche sulle vicende che animano i corridoi di Palazzo Zanca.