L’ex senatore Beppe Lumia

MESSINA. L’ex senatore del PD Beppe Lumia indagato dalla Procura di Caltanissetta. L’accusa è di associazione per delinquere ed è un procedimento-stralcio dell’inchiesta sulla fitta rete di imprenditori, uomini delle forze dell’ordine e politici che si presume abbia sostenuto per anni l’ex vicepresidente nazionale di Confindustria e paladino dell’antimafia siciliana insieme a Lumia Antonello Montante. Stando a quanto riferisce l’agenzia di stampa AGI, “il fascicolo dell’ex senatore rientrerebbe nell’ambito dell’inchiesta-ter su quello comunemente definito “sistema Montante”, la n° 1684/18″, immediatamente successiva alla n° 1683/18, l’inchiesta-bis nella quale “sono inseriti, tra gli altri, l’ex presidente della Regione siciliana Rosario Crocetta, i suoi ex assessori Mariella Lo Bello e Linda Vancheri, Montante e l’ex presidente di Confindustria Sicilia Giuseppe Catanzaro. Per quest’ultimo troncone, che comprende in tutto 13 persone, i pubblici ministeri Davide Spina e Claudia Pasciuti hanno chiuso le indagini e si appresterebbero a chiedere il rinvio a giudizio”. Nel filone principale d’indagine, che riguarda la sua rete d’informatori all’interno delle istituzioni, per lo più imprenditori, politici e uomini delle forze dell’ordine, che avrebbe permesso di tenere le indagini lontano dalle sue aziende, Montante è stato condannato in primo grado con rito abbreviato a 14 anni e 6 mesi.