Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Anniversario Lettere Patenti, concerto alla Chiesa Valdese

Il Tempio Valdese costruito nel 1940

Il 17 febbraio 1848 Carlo Alberto di Savoia firmò le Lettere Patenti, con le quali concesse per la prima volta nella storia del Piemonte i diritti civili alla minoranza valdese, estesi qualche giorno dopo anche alle comunità ebraiche.

Da allora è consuetudine che la sera del 16 febbraio nelle borgate delle valli valdesi si accendano dei fuochi di gioia in ricordo di quella firma. Con questo atto il Regno del Piemonte non solo pose fine ad una secolare discriminazione nei confronti di una parte dei suoi sudditi, ma avviò anche un processo di modernizzazione che lo portò al livello degli altri Stati europei ed

alla testa del movimento del Risorgimento italiano.

Per celebrare una data così importante, questa sera alle 18, presso la Chiesa Valdese di via Laudamo 16, si terrà un concerto del Coro “Pier Luigi da Palestrina” aperto a tutta la città.

“Celebrare quell’evento -spiega la presidente del Consiglio di Chiesa Beatrice Grill- non vuol dire solo ricordare un momento storico, ma soprattutto essere consapevoli che la libertà di coscienza è  una delle libertà fondamentali di uno stato democratico, come del resto si afferma anche nella Costituzione della Repubblica Italiana. Ricordare quelle acquisizioni è tanto più importante in quest’anno difficile, in cui sembrano essere messi in pericolo a causa della crisi diritti importanti come quelli all’assistenza, al lavoro e, indirettamente, alla libertà di essere tutti cittadini italiani ed europei con pari diritti e pari opportunità”.